Mercoledì 25 Maggio 2022
Plesso inagibile per gli alunni. La minoranza interroga e chiede un Consiglio urgente


Furci, asilo riaperto e chiuso dopo la disinfestazione: "Pessima gestione delle scuole"

di Redazione | 20/02/2020 | ATTUALITÀ

1445 Lettori unici

Il plesso dell'Infanzia di Furci centro

Doveva riaprire questa mattina l’asilo comunale di Furci, dopo gli interventi di disinfestazione disposti lunedì dal Comune in seguito al sopralluogo durante il quale è emersa la presenza di insetti alati all’interno del plesso di via Castello. Ma qualcosa non è andata per il verso giusto e questa mattina al rientro degli alunni si è scoperto che i locali non erano agibili. Inevitabili i disagi e le proteste delle famiglie, vistesi costrette a riportare a casa i propri figli. Il sindaco Matteo Francilia a quel punto ha firmato una nuova ordinanza chiudendo il plesso dell’Infanzia anche per la giornata di oggi, “vista la relazione di sopralluogo dell’Ufficio tecnico inerente la non completata pulizia dei locali e la non buona aerazione degli stessi – si legge nel provvedimento – per cui si sentiva ancora il cattivo odore della disinfestazione”, intervento effettuato martedì e mercoledì dalla ditta Ecolife di Furci. Da qui la decisione di tenere ancora chiusa la scuola. “Pretendo chiarezza dagli uffici comunali, dai funzionari responsabili, su quanto accaduto – commenta il primo cittadino – ognuno è pagato per fare il suo lavoro, sono molto seccato. Verificherò le responsabilità e prenderò provvedimenti dopo aver accertato i fatti”.

La minoranza consiliare ha intanto presentato un’interrogazione rivolta al sindaco e al presidente del Consiglio comunale, basata sia su quanto accaduto oggi ma in generale sulla gestione dei plessi scolastici cittadini. I consiglieri Rosaria Ucchino, Paolo Mascena, Agatino Pistone e Sandro Salvatore Triolo parlano di “sconcertanti notizie del mese scorso della presenza di topi nella scuola elementare centro, grandi disagi derivanti dalla scelta inopportuna di affidare il servizio di refezione scolastica all'esterno, con tutta una serie di lamentele che ella stessa conosce – scrivono rivolgendosi a Francilia –  e la mancata pulizia della scuola materna di via Castello in seguito agli interventi di disinfestazione dei giorni scorsi e che ha portato alla mancata riapertura nella giornata odierna, con estremi disagi sia ai bambini, sia alle famiglie e sia al corpo docenti. Considerato che lei stesso pubblicizza il suo personale controllo quotidiano h24 su ogni attività della gestione della cosa pubblica furcese e ritenuti gravi, intollerabili ed inammissibili gli episodi negativi riguardanti una gestione dell'importantissimo servizio scolastico – si legge nell’interrogazione – interroghiamo al fine di conoscere tutte le dinamiche che hanno portato ad una così alta concentrazione di disservizi alla popolazione scolastica, altamente vulnerabile sia sotto l'aspetto igienico-sanitario sia sotto il profilo dell'alimentazione”. Al presidente del Consiglio è stato chiesto di convocare con urgenza una seduta del Consiglio “per ricevere le opportune informazioni ed avere chiarimenti sulle iniziative intraprese al fine di scongiurare repliche e quali iniziative sono state intraprese al fine di individuare le responsabilità”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.