Domenica 19 Settembre 2021
Il Comune ha acquistato il primo dei mezzi per i quali ha stanziato 25mila euro


Furci, arriva una nuova autovettura in dotazione alla Polizia municipale

di Redazione | 28/07/2021 | ATTUALITÀ

719 Lettori unici

La nuova vettura dei Vigili

Nuova autovettura per la Polizia locale di Furci Siculo. Il Comune ha infatti concluso l’acquisto di un veicolo per mettere a disposizione del personale un altro mezzo, dopo aver stanziato nei mesi scorsi l’importo di 25mila euro necessario anche per coprire anche i costi di due motocicli. A fornirlo è stata la ditta “Puglisi Antonio” di Santa Teresa di Riva, contattata sul Mercato elettronico della Pubblica Amministrazione, per l’importo di 18mila 007 euro di cui 3mila 247 per l’Iva al 22%. La nuova autovettura della Polizia locale furcese è una Evo5 di colore bianco, con cilindrata 1.600 benzina, un misto tra un fuoristrada e una station wagon che verrà utilizzato per i servizi di polizia stradale e tutti gli altri compiti di istituto e che rimane affiancato per il momento dalla vecchia vettura come veicolo di supporto, seppur obsoleto e con continui problemi meccanici. Spesso, infatti, gli agenti in servizio si trovano contemporaneamente a dover svolgere attività in luoghi diversi e distanti tra loro e dunque si utilizzano due mezzi. Attualmente il Comune, oltre a quelle per la Polizia locale, ha in dotazione anche un’altra autovettura, utilizzata per funzioni operative generali da tutti gli uffici comunali, oltre che per missioni dei dipendenti fuori sede e per fini istituzionali e di rappresentanza degli amministratori. Il numero dei veicoli è stato però ritenuto nei mesi scorsi insufficiente per un adeguato assolvimento di tutte le funzioni istituzionali dell’Ente ed è stato deciso di acquistare anche due scooter, finora mai presenti a Furci. Spese che hanno sollevato anche perplessità tra il gruppo di minoranza, ma l’assessore alla Viabilità Francesco Moschella ha spiegato come servisse un mezzo più sicuro, anche per le trasferte a Palermo, ricordando come i costi sono stati coperti con i proventi delle sanzioni al Codice della strada.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.