Giovedì 20 Giugno 2024
Scelti in Consiglio i componenti che dovranno far indire la consultazione alla Giunta


Furci, altro passo verso i Comitati di quartiere: nominata la commissione per le elezioni

di Andrea Rifatto | 30/05/2021 | ATTUALITÀ

954 Lettori unici

Il presidente del Consiglio Carmelo Maccarrone

Altro passo in avanti a Furci Siculo verso la nascita dei Comitati di quartiere. Dopo l’approvazione del regolamento per la loro costituzione ed il funzionamento, avvenuta il 25 novembre scorso, adesso il Consiglio comunale ha eletto la commissione preparatoria alle elezioni, prevista all’articolo 8 del documento. Ne fanno parte il presidente del Consiglio Carmelo Maccarrone e quattro consiglieri, due per ogni schieramento: in aula sono stati nominati Natascia Pesce e Salvatore Pino per la maggioranza e Agatino Pistone e Paolo Mascena per la minoranza. Dalla maggioranza Giuseppe Nicita aveva proposto anche Violetta Ferraro, ricordando il suo impegno per la nascita dei Comitati, ma la capogruppo Manuela Cordaro ha fatto presente di aver ricevuto disponibilità da Pesce e Pino. La commissione preparatoria dovrà riunirsi per dare comunicazione alla Giunta comunale di poter procedere con l’indizione delle elezioni, con una delibera da approvare entro 30 giorni affinché la consultazione si tenga entro i successivi 60 giorni. Compito della commissione sarà anche quello di convocare l’Assemblea generale entro il settimo giorno dalla data delle elezioni per la presentazione pubblica dei candidati al Consiglio direttivo. I Comitati di quartiere sono stati voluti dall’Amministrazione per coinvolgere maggiormente i cittadini nelle scelte amministrative e di gestione della cosa pubblica e soprattutto per dare maggiore attenzione alle periferie. Il Regolamento prevede la nascita in paese di quattro comitati, due nel centro cittadino e due nelle frazioni Grotte-Calcare e Artale, identificati con le sezioni elettorali: gli organi interni saranno l'Assemblea generale, formata da tutti i residenti del quartiere e il Consiglio direttivo, composto da cinque membri di cui uno con il ruolo di presidente, carica che spetta al componente che ha ottenuto più voti alla consultazione. Gli organi rimarranno in carica per tre anni. Potranno votare e candidarsi tutti i cittadini maggiorenni residenti nel rispettivo quartiere.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.