Mercoledì 19 Giugno 2024
Vertice a Palermo: il Cas lavorerà sull'autostrada, la Regione interverrà su altre zone


Frana sull'A18, Crocetta: "Interventi immediati". I sindaci temono nuove calamità

09/10/2015 | ATTUALITÀ

2127 Lettori unici

Il vertice di ieri a Palermo

I danni prodotti dalla frana che si è riversata sulla corsia occidentale dell'autostrada Palermo - Messina all'altezza di Letojanni sono stati valutati ieri a Palermo nel corso di una conferenza di servizi alla presenza del presidente della Regione Rosario Crocetta, degli assessori Maurizio Croce e Giovanni Pizzo, del presidente del Cas Rosario Faraci, del responsabile regionale della Protezione civile, del direttore del Genio civile di Messina e dei sindaci o loro delegati dei comuni di Letojanni, Taormina, Sant'Alessio Siculo, Castelmola, Mongiuffi Melia, Forza d'Agró e Pagliara. Nel corso dell'incontro il Cas ha annunciato di avere già avviato, attraverso l’impiego di rocciatori, alcuni lavori di riagganciamento dell'area franosa, rappresentando però, sulla base di valutazioni espresse dal Genio civile, che anche la parte superiore potrebbe essere interessata da ulteriori fenomeni di smottamento. Ció rende immediatamente necessario un sopralluogo congiunto con i tecnici del Genio civile di Messina, del Cas, della Protezione civile, degli assessorati al Territorio e Ambiente e alle Infrastrutture insieme ai direttori ai lavori pubblici dei comuni interessati. I sindaci presenti hanno rappresentato che anche la Statale 114 presenta alcune criticità relativamente alle vie di fuga. Su questo ci sarà un confronto tra l'assessorato Infrastrutture e Anas, mentre altri sindaci hanno segnalato la presenza di alcune mini frane che rappresentano pericolo per alcuni comuni. Nel corso dell'incontro il presidente ha confermato che il Cas affronterà i lavori, di concerto con gli altri enti interessati, per il ripristino dell'arteria e il contenimento frana. L'assessorato regionale al Territorio e Ambiente e la Protezione civile si occuperanno di altre piccole frane che non minacciano l'autostrada ma che rappresentano un pericolo per i centri abitati dei comuni. Il piano di intervento è già iniziato in modo tempestivo per un veloce ripristino della viabilità.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.