Giovedì 20 Giugno 2024
Ennesima perdita sulle rete idrica. I cittadini chiedono l'utilizzo di altre sorgenti


Forza d'Agrò. Rubinetti a secco da domenica a Scifì

di Filippo Brianni | 14/10/2015 | ATTUALITÀ

2071 Lettori unici

La perdita lungo la Sp 12 all'ingresso di Scifì

Da domenica sera i rubinetti della frazione Scifì di Forza d’agrò sono nuovamente a secco. Niente acqua per circa trecento residenti. E non ci sono nemmeno previsioni chiare sui tempi di ripristino dell’erogazione da parte dell’Eas, anche se intorno alle 14 di martedì sembrava fosse stato individuato quanto meno il guasto. A determinare i disagi pare sia stata l’ennesima perdita sulla rete idrica, come già avvenne a maggio scorso, quando il paese rimase senz’acqua per diversi giorni. E l’incubo si sta ripetendo. Stavolta però i segnali c’erano già stati, inequivocabili, già dalla scorsa settimana, con una copiosa perdita che fuoriusciva lungo la strada provinciale 12, all’ingresso del paese. Ma nessuno è intervenuto, se non lunedì, quando i rubinetti erano “silenziosi” ormai dalla sera prima. Da lunedì i tecnici sono al lavoro per cercare di individuare e ripristinare il guasto, che pare sia in una porzione di acquedotto sul torrente Catalimiti. Intanto a Scifì monta la protesta. Anche perché esistono altre fonti di approvvigionamento (tra cui un consorzio di sollevamento acque per l’irrigazione e la sorgente Petraro) facilmente utilizzabili, quanto meno per i fini non potabili, ma nonostante le richieste dei cittadini, l’Amministrazione comunale non ritiene opportuno farlo. Al momento si fa fronte all'emergenza con un'autobotte proveniente dal comune di Pagliara parcheggiata nella frazione. Nella giornata di oggi (mercoledì 14) il Comune di Forza d'Agrò ha deciso di prelevare l'acqua della sorgente Petraro per uso non potabile, che nella mattinata di giovedì dovrebbe essere immessa nei serbatoi.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.