Domenica 24 Ottobre 2021
Il Comune ha presentato ricorso al Tar contro la decisione della Regione


Forza d'Agrò. Revocato il finanziamento per l'infopoint a Scifì

di Filippo Brianni | 24/05/2015 | ATTUALITÀ

1775 Lettori unici

L'abitato di Scifì

Salta l’infopoint telematico nella frazione Scifì di Forza d'Agrò e si volatilizzano i 50mila euro di contributo regionale che il Comune aveva ricevuto dalla Regione per realizzarlo. Lo ha deciso la Regione stessa che, tornano sui propri passi, si è ripresa i soldi stanziati in precedenza. Secondo l’assessorato regionale dell’Agricoltura, che gestiva l’operazione, il Comune di Forza d’Agrò avrebbe realizzato la progettazione per partecipare al bando incaricando un soggetto, il consorzio Cisfa, che secondo i dirigenti della Regione non era idoneo per questo tipo di attività. A nulla sono valse le richieste a ripensarci formulate dell’Amministrazione comunale, che giudica invece valido il Consorzio Cisfa, peraltro costituto in seguito ad una collaborazione delle università di Messina e Reggio Calabria. Ma la Regione non ha voluto sentire ragioni ed ha archiviato la pratica. Ora il Comune tenta un colpo di coda, mediante ricorso al Tar, per riprendersi lo stanziamento revocato. Per questo la Giunta, nei giorni scorsi, ha conferito incarico all’avv. Marcello Scala affinché richieda l’annullamento del provvedimento di archiviazione e quindi la rassegnazione delle somme. Lo stanziamento era “piombato” l’anno scorso in piena campagna elettorale per il rinnovo dell’Amministrazione e sarebbe dovuto servire per la realizzazione a Scifì di un punto di accesso info-telematico pubblico. Una grande opportunità che sarebbe stata molto gradita dai residenti della frazione.

Più informazioni: infopoint scifì  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.