Domenica 24 Ottobre 2021
Appalto da un anno per la manutenzione. Scaduti gli affidamenti per perpetue e votive


Forza d'Agrò, nuovo gestore per la pubblica illuminazione. Gare in corso per i cimiteri

di Andrea Rifatto | 12/10/2020 | ATTUALITÀ

759 Lettori unici

Nuovo gestore per l’impianto di pubblica illuminazione di Forza d’Agrò. Il Comune ha infatti affidato l’appalto ad una ditta privata, in quanto tra i dipendenti dell’Ente non vi è personale idoneo ad effettuare la manutenzione della rete comunale. Ad occuparsene per un anno sarà l’impresa Cmp Costruzioni Srl” di Carmelo Palella, con sede a Santa Teresa, la cui offerta è risultata essere la migliore per un ammontare di 9mila 507 euro, oltre 319 euro per oneri sicurezza e 2mila 091 per Iva al 22%, per un totale di 11mila 917 euro. La Giunta comunale, guidata dal sindaco Bruno Miliadò, aveva stanziato a metà luglio la somma complessiva di 13mila euro, assegnandola all’Ufficio tecnico affinché avviasse le procedure, espletate sul Mercato elettronico della Pubblica Amministrazione. L’appalto prevede la fornitura e la sostituzione delle lampade a Forza d’Agrò e nella frazione Scifì e i necessari lavori di manutenzione delle linee elettriche, di messa a terra dell’impianto e di controllo dei pozzetti di ispezione. In tal modo sarà garantita la piena efficienza dell’illuminazione pubblica, senza l’insorgere di disagi per la cittadinanza. Negli anni scorsi il Comune ha presentato alla Regione, partecipando ad un bando con fondi del Po Fesr 2014-2020 Azione 4.1.3, un progetto da 839mila 718 euro per la riqualificazione e l’efficientamento della pubblica illuminazione nella frazione Scifì e nelle vie periferiche del centro, ai fini della riduzione dei consumi energetici, che però non è stato ancora finanziato per carenza di risorse. Intanto l’Ente si sta inoltre occupando anche delle gare d’appalto per l’affidamento del servizio quinquennale di gestione e manutenzione delle lampade perpetue e votive (in occasione della commemorazione dei defunti) nei cimiteri di Forza d’Agrò Centro, Castello Normanno e Scifì: per i primi due è previsto un valore presuntivo di 37mila 500 euro nei cinque anni, mentre nel camposanto della frazione di 19mila euro per tutta la durata dell’appalto. Le offerte delle ditte interessate sono già giunte in municipio ma non sono stati ancora decretati i vincitori. L’aggiudicazione potrebbe comunque avvenire dopo il periodo dei Defunti, anche se i precedenti affidamenti sono già scaduti (a Forza D’Agrò da diversi anni) ma le ditte continuano a operare nei cimiteri.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.