Martedì 05 Luglio 2022
Il Comune ha revocato la concessione affidata lo scorso anno alla ditta vincitrice


Forza d'Agrò, ausiliari "fantasma" e promesse non mantenute: chiusa la gestione parcheggi

di Andrea Rifatto | 21/05/2022 | ATTUALITÀ

714 Lettori unici

Tante le inadempienze rilevate nel corso dei mesi

È durata appena dieci mesi la nuova gestione del servizio di parcheggio a pagamento a Forza d’Agrò. L’Ufficio tecnico ha infatti deciso di revocare la concessione alla ditta “Nam3 Srl” di Messina, che si era aggiudicata la gara triennale nell’aprile dello scorso anno con 100 punti e un rialzo del 41,16% sull’importo degli incassi, stimato dal Comune in 270mila euro oltre Iva. La revoca, siglata dal responsabile Salvatore Lombardo, scatterà dal 31 maggio ed è stata motivata con le reiterate inadempienze riscontrate dal Comune nella gestione dei 310 stalli blu nel borgo forzese, avviata dalla “Nam3” l’1 luglio ma senza che fosse stato ancora firmato il contratto, in quanto l’aggiudicatario ha ritenuto di iniziare le attività “in via sperimentale”. Il 16 novembre è partita la prima nota di contestazione dall’Ufficio tecnico per il mancato rispetto delle obbligazioni previste dal capitolato speciale, nella quale veniva fatto presente che “l’insoddisfacente gestione del servizio impediva il maturare delle condizioni per potere procedere alla stipula del contratto proprio in conseguenza di tali inadempimenti”. L’attività ispettiva eseguita dalla Polizia locale ha permesso di accertare ben 40 contestazioni e il 25 novembre è partita dal Comune una diffida alla società messinese, con la contestuale richiesta di chiarimenti. Solo a dicembre la “Nam 3” ha versato (tardivamente e parzialmente) gli incassi derivanti dalla gestione della sosta a pagamento, lamentando la mancata consegna di 60 stalli (secondo il Comune infondatamente) e nelle sue controdeduzioni ha giustificato le inadempienze con la mancata stipulazione del contratto, che il Comune di Forza d’Agrò ha ritenuto di non dover sottoscrivere proprio alla luce delle gravissime inadempienze riscontrate.

A fine aprile la Polizia locale, a seguito di un'ulteriore verifica delle condizioni di espletamento del servizio, ha messo nero su bianco che “nonostante il notevole lasso di tempo concesso al gestore del servizio di gestione dei parcheggi a pagamento affinché adempisse concretamente agli obblighi assunti con la propria offerta tecnica/economica presentata in sede di gara, nulla è cambiato in meglio. In questi mesi la qualità del servizio è addirittura peggiorata - si legge nella relazione - con la riduzione non soltanto del numero dei dipendenti in servizio ma anche delle ore di servizio garantite. Per intere giornate il servizio di controllo delle aree di sosta non è garantito e negli sporadici giorni in cui l’unico ausiliare presta sevizio ciò avviene solo per qualche ora; a conferma di ciò è sufficiente verificare come le sanzioni elevate siano pochissime e in alcuni giorni zero. Numerose sono state in questi primi mesi di sevizio le lamentele ricevute dagli appartenenti a questo Ufficio, come altrettanto numerose, gravi e reiterate le inadempienze poste in essere dal gestore del servizio. Nam 3 Srl, a parere di chi scrive, non assolve agli obblighi previsti dal capitolato speciale e dagli altri documenti di gara, compresa la proposta tecnica offerta”. Le gravissime e reiterate inadempienze e lamentele hanno dunque contribuito a minare progressivamente la fiducia dell’Amministrazione comunale  di Forza d’Agrò verso la società concessionaria, costituendo un indice di inaffidabilità della stessa che ha portato alla revoca dell’appalto di concessione. Adesso la gestione potrebbe finire alla seconda classificata alla gara, la “Saet” di Santa Teresa di Riva che aveva ottenuto 97,304 punti alla gara d'appalto e che ha gestito le strisce blu a Forza d'Agrò negli anni scorsi.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.