Lunedì 15 Aprile 2024
Contributi assegnati ad otto comuni siciliani che fanno parte dell'associazione nazionale


Fondi ai Comuni virtuosi, a Santa Teresa un "tesoretto" dalla Regione per due interventi

di Andrea Rifatto | 14/11/2023 | ATTUALITÀ

1155 Lettori unici

Una parte delle risorse sarà spesa per il depuratore

Un “tesoretto” a disposizione che sarà impiegato per migliorare le strutture pubbliche. L’Assessorato regionale delle Autonomie locali e della Funzione pubblica ha assegnato al Comune di Santa Teresa di Riva un contributo di 82mila 973 euro, in quanto ente facente parte dell'Associazione nazionale dei Comuni virtuosi (unico della provincia di Messina) insieme ad altri otto comuni siciliani, ai quali sono stati ripartiti 500mila euro in base alla popolazione residente. L’Amministrazione comunale, dopo un'attenta analisi degli interventi necessari per migliorare la qualità della vita, la difesa del territorio e dell'ambiente, ha deciso di utilizzare le somme per due azioni: un intervento di rigenerazione urbana per migliorare la qualità ambientale attraverso la manutenzione straordinaria delle opere di urbanizzazione primaria, nello specifico la manutenzione straordinaria della condotta sottomarina dell’impianto di depurazione e un intervento di riqualificazione energetica per ridurre l'impronta ecologica mediante il riefficientamento dell'impianto fotovoltaico degli edifici scolastici. 

L’intervento sulla condotta sottomarina per l’allontanamento dei reflui depurati avrà un costo di 62mila euro e si rende necessario per garantire la funzionalità dell'impianto di depurazione e la salvaguardia dello specchio di mare e della balneazione: attualmente lo scarico delle acque depurate avviene in prossimità della foce del torrente Agrò, tramite una condotta sottomarina lunga circa 300 metri, composta da una condotta in acciaio collegata nella parte finale ad un diffusore che ha bisogno di interventi di manutenzione straordinaria vista la sua vetustà. Nel secondo caso si punta a ridurre i consumi energetici e le emissioni di gas serra e l’intervento costerà 20mila 973 euro, per far sì che gli impianti fotovoltaici posti sugli immobili comunali raggiungano l'efficientamento energetico ottimale. Il Piano di utilizzo del contributo è stato redatto dall’Ufficio tecnico e inviato alla Regione per ottenere l’erogazione delle somme.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.