Mercoledì 01 Dicembre 2021
Per tutto il mese di agosto celebrazioni (in forma ridotta) con la presenza dei vescovi


Feste mariane in Val d’Agrò: il virus non ferma la fede a Limina, Antillo e Roccafiorita

di Filippo Brianni | 15/08/2020 | ATTUALITÀ

1688 Lettori unici

Madonna delle Preci, della Provvidenza e dell'Aiuto

Nel nome… della Madre, l’alta Val d’Agrò non si ferma. Malgrado il virus, si terranno anche quest’anno le feste mariane che caratterizzano l’agosto a Limina (Madonna delle Preci), Antillo (Madonna della Provvidenza) e Roccafiorita (Madonna dell’Aiuto). Certo, i “copioni” saranno stravolti, ma i culti intatti. Il rombo della fede non sarà quello dei fuochi d’artificio e il ritmo delle preghiere non sarà scandito dalle bande musicali in processione. Solo preghiere e soltanto nelle chiese “madri” oppure in spazi aperti, con liturgie che dovranno convivere con mascherine e disinfettanti. Ma non si fermerà nessuno. Le feste ci saranno e  – questa la novità – saranno tutte benedette da presenze vescovili. Si parte oggi a Limina, dove ogni anno il Ferragosto è caratterizzato dalla feste della Madonna delle Preghiere nella sua chiesetta del XIV secolo ed il giorno successivo è dedicato a S. Filippo d’Agira nel suo Santuario. Quest’anno, la Madonna delle Preci cambia chiesa, “passando” alla chiesa Madre di San Sebastiano, con messa-festa prevista per oggi alle 11 e alle 18. San Filippo resta il 16, ma la festa si terrà nell’omonima piazza, di fronte alla chiesa, sempre alle 10, con la presenza del vescovo, mons. Giovanni Accolla. Il Comune, invece, non organizzerà e non autorizzerà nulla nelle fresche serate del paese collinare: troppo il timore per il Covid. Anche se, negli ultimi anni, anche senza virus, non è che si erano visti eventi particolari.

Ad Antillo, invece, la comunità ed il Comune proveranno a fare qualcosa in più, nei limiti del possibile. Anzitutto, si comincia lunedì 17, quando alle 19 giungerà il vescovo ausiliario mons. Cesare Di Pietro. L’appuntamento è di quelli che non si potevano saltare, visto che si festeggerà pubblicamente il 50esimo anniversario di sacerdozio di don Egidio Mastroeni (avvenuto 17 maggio scorso), quello che per Antillo è qualcosa in più che lo storico parroco, è una guida spirituale umile e colta, in grado di realizzare anche grandi opere “tangibili” come il Giardino di Redenzione. Poi le feste, rigorosamente a… chiesa unificata, quella Madre: il 21 agosto si celebrerà Sant'Antonio; il giorno successivo la Madonna della Provvidenza. Salta, almeno per ora, la tradizionale sagra del granturco, ma ci sarà qualche diversivo serale: oggi, giochi a quiz; lunedì, la notte bianca dello sport; mercoledì 19, il terzo memorial sportivo “Peppino Mastroeni”; giovedì, teatro, con “Miseria e nobiltà” interpretata dalla “Libera Mediterranea”; infine, venerdì 21, con il concerto della locale banda musicale, che metterà l’ultima nota su questa estate un po’… stonata.

Roccafiorita ha delineato il programma della festa della Madonna dell’Aiuto, che in genere si articolava nella salita la Santuario del Kalfa il venerdì antecedente l’ultima domenica di agosto, la processione attorno al Santuario sabato sera, il ritorno in paese con la solenne processione della domenica, prima del tradizionale spettacolo di musica leggera. Quest’anno il programma cambia e tutto si svolgerà in chiesa madre. Venerdì 28 le messe già dal mattino (9.30) e l’adorazione eucaristica alle 22; sabato 29 celebrazioni con messa principale sul sagrato della chiesa alle 19; domenica la messa solenne delle 19 sarà presieduta dal vescovo mons. Giovanni Accolla. Ancora “work in progress” gli eventi organizzati dal comune, che saranno resi noti nei prossimi giorni. Comunque non saranno di grande richiamo anche per via degli spazi limitati in paese. Si organizzeranno eventi socio culturali, tra cui la seconda edizione della rassegna letteraria Kalfaracconta, curata da Archeoclub Area Ionica e prevista per il 27.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.