Mercoledì 01 Dicembre 2021
Rispettate in larga parte le regole: netto calo delle presenze dei "mordi e fuggi"


Ferragosto, niente falò e tende sulle spiagge joniche: notte con bivacco "soft" - FOTO

di Andrea Rifatto | 15/08/2020 | ATTUALITÀ

1761 Lettori unici

Bivacchi leggeri sulla spiaggia di S. Teresa

Niente falò, tende e accampamenti. Sulla spiagge della riviera jonica messinese è stato un Ferragosto in tono decisamente minore e le restrizioni imposte da Regione e Comuni hanno limitato al minimo le attività che tradizionalmente si svolgono sugli arenili durante la notte. Da Giardini Naxos a Scaletta Zanclea, residenti e vacanzieri hanno rispettato le prescrizioni emanate dai sindaci, che prevedevano il divieto ad accendere fuochi, a montare tende per accamparsi sulla spiaggia e in alcuni casi anche a consumare cibi e bevande. Il movimento sulle strade e sulla spiagge, massicciamente presidiate dalle Forze dell’ordine, si è ridotto notevolmente rispetto agli anni scorsi soprattutto per l’assenza dei villeggianti mordi e fuggi provenienti da fuori provincia, e la notte è trascorsa senza particolari criticità. Diversi gruppi di giovani hanno scelto di trascorrere la nottata sulla spiaggia come da tradizione, soprattutto a Giardini (dove anche il lungomare è stato affollato di persone) e Santa Teresa, con l’immancabile bagno di mezzanotte per poi attendere l'alba, così come anche alcune famiglie hanno pernottato sugli arenili con bivacchi “soft”, costituiti da ombrelloni circondati da tavolini e sedie utilizzati per la cena. In alcuni lidi balneari di Santa Teresa musica e balli sono proseguiti fino a tardi e non sempre all'interno sono state rispettate le norme che impongono il distanziamento sociale. Tanti hanno invece preferito trascorrere il Ferragosto in campagna oppure scegliendo località collinari e montane. Non c’è stata comunque la solita “invasione” a differenza degli anni scorsi, quando migliaia di persone allestivano tende e accampamenti già dal pomeriggio del 14. Alle 6 di questa mattina ragazzi e ragazze hanno lasciato le spiagge per la colazione e le Forze dell’ordine hanno avuto ben poco da fare, a parte invitare qualche gruppetto ancora in riva al mare a rispettare le misure di distanziamento, così come ridotto è stato l lavoro degli addetti alla pulizia, che hanno provveduto a svuotare contenitori e cestini per i rifiuti. Oggi si prevede il pienone per la giornata al mare, con l'auspicio che vengano osservare le regole, a partire dal rispetto del distanziamento.



COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.