Venerdì 29 Maggio 2020
Trasferiti dal PalaRussello di Messina, inagibile dopo il maltempo


Emergenza migranti, 50 minori ospitati a Sant’Alessio e Taormina

di Andrea Rifatto | 16/10/2015 | ATTUALITÀ

1912 Lettori unici

"Villa Solaria" a Sant'Alessio Siculo

Quarantuno migranti minorenni sono stati ospitati dal tardo pomeriggio di oggi a Taormina e Sant’Alessio Siculo. La decisione, assunta con un'ordinanza firmata dal sindaco di Messina Renato Accorinti, si è resa necessaria in seguito al maltempo che ha colpito la città dello Stretto nei giorni scorsi, causando danni in diverse zone e provocando disagi anche al PalaRussello di Gravitelli, struttura utilizzata da alcune settimane per ospitare minori stranieri tra i 13 e i 17 anni, provenienti dall’Egitto e da altri Paesi dell’Africa sub sahariana in seguito agli sbarchi del 29 settembre e 9 ottobre. Ieri mattina le abbondanti piogge hanno allagato il primo piano della palestra, con infiltrazioni dal tetto lungo le pareti laterali che hanno creato non pochi disagi ai ragazzi e agli operatori, che hanno subito avvertito le autorità competenti trasferendosi per una notte al piano terra. L’emergenza per garantire a tutti l’ospitalità è scattata anche dopo gli sbarchi degli ultimi giorni, che hanno convogliato nel capoluogo peloritano 122 ragazzi. Molti sono stati portati nel centro Ahmed, adesso al completo con 195 minori. L'assessore ai servizi sociali del Comune di Messina, Antonina Santisi, si è messa dunque subito alla ricerca di nuove sedi in provincia che potessero dare sicurezza a 41 minori, individuando due strutture private a Taormina e Sant'Alessio Siculo, considerato che non esistono centri accreditati da destinare all'accoglienza di minori stranieri non accompagnati.

A Taormina sono arrivati 29 migranti: alloggeranno presso la casa di riposo "Carlo Zuccaro" di via Garipoli, gestita dall'associazione "Istituto Sant'Alessio". Altri 12 sono stati ospitati invece presso la casa albergo per anziani "Villa Solaria" di Sant'Alessio Siculo, ubicata in via Saitta, gestita dalla cooperativa Azione Sociale di Messina. Oltre a vitto e alloggio verranno garantiti ai minori i servizi di assistenza tramite gli operatori socio-sanitari. Le spese saranno a carico del Comune di Messina, che vi farà fronte con i finanziamenti del inistero dell'Interno. 
Nei giorni scorsi la deputata messinese del Movimento Cinque Stelle Valentina Zafarana, dopo un'ispezione, aveva denunciato come la palestra di Gravitelli fosse una struttura pericolosa, fredda e priva dei servizi necessari, con una mensa da 36 posti a sedere a fronte di 58 ospiti, pochissime docce funzionanti e bagni sporchi. La parlamentare aveva inoltre rilevato come a disposizione dei minori migranti vi fosse solo una coperta con la quale coprirsi durante le notti e nemmeno un cambio oltre ai vestiti indossati.

Intanto l'Amministrazione comunale del sindaco Renato Accorinti ha reso noto che è possibile stipulare convenzioni per l'accoglienza di minori stranieri non accompagnati, con Istituzioni socio-assistenziali, iscritte all'Albo regionale ex art. 26 della L.R. 22/86 nella sezione minori – elenco strutture MSNA per la primissima accoglienza e per l'accoglienza di secondo livello, in possesso degli standards organizzativi e strutturali di cui al Dprs n. 600 del 13/08/2014, ubicate sul territorio della provincia di Messina. Chiunque ne abbia interesse può presentare istanza di disponibilità alla stipula di convenzione, sottoscritta dal legale rappresentante, indirizzata a Comune di Messina – Dipartimento Politiche Sociali – Piazza della Repubblica – palazzo Satellite 98100 Messina, entro il termine del 31/03/2016. L'istanza, cui dovrà essere allegata copia del documento d'identità del sottoscrittore, dovrà contenere, oltre ai dati identificativi dell'Istituzione socio-assistenziale e del legale rappresentante, l'indicazione del tipo di struttura (primissima accoglienza o accoglienza di 2° livello), il numero e la data del decreto di attuazione e/o iscrizione, il numero dei posti sia autorizzati che disponibili all'eventuale convenzione, mail o PEC e recapiti telefonici.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.