Mercoledì 27 Maggio 2020
Completato l'allestimento della spiaggia di S. Teresa: spesi oltre 50mila euro


Docce, servizi igienici, bagnini e sedie per disabili: "Un gioiellino da fare invidia"

di Gianluca Santisi | 04/07/2017 | ATTUALITÀ

4183 Lettori unici

Postazione con doccia, bagnini, wc, isola ecologica e sedia job

Una spiaggia tirata a lucido ha accolto i bagnanti giunti nel primo weekend di luglio a S. Teresa di Riva. Dopo l’assegnazione della Bandiera blu per la qualità dei servizi offerti, il Comune si è voluto presentare al meglio all’appuntamento, completando l’allestimento dell’arenile. “Un gioiellino da fare invidia”, così l’ha definito il neosindaco Danilo Lo Giudice. “Questa è la nostra spiaggia oggi – ha aggiunto il primo cittadino – e da qui inizia ufficialmente quella che è la stagione Bandiera blu”. Il sindaco ha voluto ricordare tutto quello che l’Amministrazione comunale è in grado di offrire a residenti e vacanzieri. Un’offerta che si arricchisce ulteriormente quest’anno con l’installazione di dodici servizi igienici (10 uomo/donna e 2 per disabili) dislocati in cinque punti della spiaggia libera, ossia in corrispondenza delle torrette dei bagnini e dove si prevede il maggiore afflusso, un servizio di vigilanza con torrette e quattro postazioni per bagnini, due sedie di tipo “Job” per agevolare l’ingresso in acqua dei diversamente abili (una all'altezza del quartiere Portosalvo e l'altra in zona Sacra Famiglia). Confermati anche i servizi già proposti lo scorso anno: le rampe di accesso alla spiaggia mattonelle, le isole ecologiche per la raccolta differenziata dei rifiuti e docce efficienti e funzionali. Il sindaco si è poi rivolto ai cittadini chiedendo la collaborazione di tutti. “Aiutateci in questo percorso mantenendo tutto ciò come se fosse casa vostra perché di fatto così è. Abbiamo puntato tanto sulla risorsa più importante che abbiamo e adesso è il momento di raccoglierne i frutti per avere sempre più una comunità in crescita”.

L’investimento in termini economici è stato notevole. Quest’anno la spesa è già lievitata oltre i 50mila euro, senza contare il costo dell’acqua per le docce e i servizi di pulizia. Il noleggio dei bagni chimici per il periodo 30 giugno-19 settembre è costato 14mila euro. Altri 30mila euro sono stati stanziati per le quattro postazioni con bagnini che assicureranno la vigilanza dalle 9 alle 19, ogni giorno, fino al 31 agosto. La realizzazione delle rampe e delle passerelle altri 12mila e 500 euro, mentre la collocazione delle docce ha superato di poco i 9mila euro. Duemila euro sono costate sia le ulteriori mattonelle acquistate per il completamento delle rampe che le due sedie per disabili.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.