Venerdì 19 Aprile 2024
La Regione ha stabilito tutti i trasferimenti, da spendere per potenziare i servizi


Differenziata, bandiere e borghi più belli: nove comuni virtuosi premiati con 500mila euro

di Andrea Rifatto | 29/04/2021 | ATTUALITÀ

1995 Lettori unici

La spiaggia di Santa Teresa bandiera blu 2020

Arriva un tesoretto da quasi mezzo milione di euro per diversi comuni jonici che si sono distinti in vari ambiti, ottenendo risultati meritevoli di essere riconosciuti con un premio in denaro. Ieri la Regione siciliana ha varato il provvedimento definitivo di riparto dei trasferimenti per l’anno 2020, con un decreto firmato dall’assessore per l’Economia Gaetano Armao e dall’assessore per le Autonomie locali e la Funzione pubblica Marco Zambuto, e sono state assegnate tutte le somme che andranno a confluire nei bilanci dei Comuni. Oltre a quelle previste annualmente, ci sono però nove comuni jonici giudicati virtuosi che ricevono delle quote aggiuntive, per un totale di ben 468mila 346 euro. Si tratta di risorse stanziate per i centri siciliani che hanno superato nel 2019 la soglia del 65% di raccolta differenziata (5 milioni di euro), per i comuni che hanno conseguito la Bandiera blu e la Bandiera verde (1 milione) e per i paesi che hanno ottenuto il riconoscimento di borgo più bello d’Italia (1 milione), come stabilito in sede di approvazione della Finanziaria dall’Assemblea regionale siciliana. Tra i 134 comuni siciliani (di cui 23 messinesi), premiati dalla Regione per aver superato il 65% di differenziata, sei sono nel comprensorio jonico e ottengono complessivamente 171mila 113 euro: Santa Teresa di Riva, che nel 2019 ha raggiunto il 74,2% di differenziata e incassa 41mila 773 euro, Furci Siculo con il 71,5% che vale 27mila 232 euro, Roccalumera che si è fermata appena sotto, al 71,4%, e riceve 28mila 926 euro, Roccafiorita con il 73% e un contributo di 19mila 227 euro, Antillo con il 70,6% di differenziata che regala 31mila 138 euro e Itala che ha raggiunto la soglia minima del 65% ricevendo 22mila 817 euro. I fondi sono stati assegnati per il 50% in base al numero dei comuni che hanno superato la soglia del 65% e il restante 50% in base alla popolazione. Altri 214mila 760 euro vengono erogati ai comuni detentori delle Bandiere: quella blu assegnata dalla Fondazione per l’educazione ambientale (Fea Italia) a Santa Teresa di Riva per la qualità della spiaggia e i servizi offerti nel 2020 consente alla cittadina turistica di incassare dalla Regione 182mila 837 euro, mentre altri 31mila 923 euro vanno al comune di Giardini Naxos, che ha confermato anche lo scorso anno la Bandiera verde in quanto la spiaggia della prima colonia greca di Sicilia è stata giudicata dai pediatri italiani a misura di bambino per la quinta stagione consecutiva. Una parte delle premialità erogate dal governo Musumeci sono invece destinate ai borghi più belli d’Italia, che nella zona jonica sono Savoca e Castelmola: il centro della valle d’Agrò riceve 52mila 992 euro, mentre il paesino in cima al comprensorio taorminese incassa 29mila 481 euro. Le risorse assegnate ai nove comuni devono essere destinate dalle amministrazioni locali per l’attivazione o il potenziamento di interventi e servizi di accoglienza e promozione territoriale e turistica, in modo da migliorare ulteriormente la qualità della vita e poter ambire a nuovi importanti traguardi.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.