Martedì 18 Giugno 2024
Presentato un progetto da quasi 3 milioni di euro per realizzare spazi per la cittadinanza


Da area nel degrado a oasi verde: a Santa Teresa si sogna un parco lungo il torrente Agrò

di Andrea Rifatto | 29/04/2022 | ATTUALITÀ

930 Lettori unici

Il rendering dell'intervento previsto

Da oltre vent’anni è una zona di Santa Teresa di Riva trascurata e inutilizzabile dalla cittadinanza, ma se l’obiettivo verra raggiunto diventerà un’oasi da vivere quotidianamente. L’area all’estrema periferia sud, a ridosso del torrente Agrò nel tratto che va dalla foce al depuratore fognario, potrà cambiare volto grazie ai fondi stanziati dal Governo nazionale per i progetti di rigenerazione urbana, finalizzati alla riduzione dei fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale e al miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale e ambientale. L’Amministrazione comunale ha infatti presentato una richiesta di finanziamento insieme ad altri tre centri messinesi, Nizza di Sicilia, Alì Terme e Tripi, per la realizzazione di un intervento denominato “I giardini della rinascita”, visto che la legge di bilancio 2021 ha stabilito che possono richiedere i contributi i comuni che in forma associata raggiungono una popolazione superiore ai 15.000 abitanti, con la possibilità di ottenere fino ad un massimo di 5 milioni di euro. All’iniziativa delle tre amministrazioni dei centri jonici ha chiesto di aderire anche quella del comune tirrenico e dopo la firma della convenzione, approvata dai quattro consigli comunali, le proposte progettuali sono state inoltrate a Santa Teresa, ente capofila, che ha presentato la richiesta di finanziamento al Ministero dell’Interno. Il contributo più alto, in caso di ammissione a finanziamento, lo otterrà proprio il comune capofila, visto che partendo da una quota fissa per ogni paese, il resto viene assegnato in base alla popolazione residente, all’estensione territoriale e all’indice di vulnerabilità sociale e materiale. 

Per Santa Teresa, dunque, è previsto un tesoretto da 2 milioni 805mila 893 euro che l’Amministrazione ha previsto di destinare al progetto “Parco Robinson dell’Agrò”, da realizzare sulla sponda sinistra del corso d’acqua. Lo studio di fattibilità, redatto dall’Ufficio tecnico già cinque anni fa e aggiornato nei giorni scorsi, prevede una spesa di 2 milioni 035mila euro per lavori e 770mila 893 euro per somme a disposizione, per realizzare lungo la fascia demaniale diverse aree per svariate attività ricreative e sportive all’aperto, parco giochi per bambini, area per i cani, area fitness, area relax, area skateboard, tre campetti di paddle, due campetti di basket, gradinate, zona per spettacoli e manifestazioni e nella parte a monte parcheggi e attività collaterali. “Per la prima volta ci capita l’occasione di far cambiare volto a quella zona e la stiamo sfruttando - commenta il sindaco Danilo Lo Giudice - mi auguro che il progetto venga finanziato, così riusciremo a riqualificare tutta l’area adiacente al torrente, che nel frattempo stiamo mettendo in sicurezza con i lavori già appaltati per la sistemazione dell’alveo. Un progetto veramente bello, interessante e attento all’ambiente - ha aggiunto il primo cittadino - che prevede anche pavimentazioni in materiali ecosostenibili e drenanti per evitare l’ulteriore consumo di suolo. Incrociamo le dita e speriamo che venga accolto”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.