Sabato 21 Maggio 2022
Il Patrono d'Italia festeggiato a Santa Teresa con celebrazioni eucaristiche ed incontri


Custodire il creato sull'esempio di Francesco d'Assisi

30/09/2013 | ATTUALITÀ

2645 Lettori unici | Commenti 1

Dall'1 al 4 ottobre prossimi un folto programma contrassegnerà, nella zona jonica, la Festa del Santo patrono d'Italia e del cultore dell'ecologia, Francesco d'Assisi. Le celebrazioni, organizzate dall'Ordine Francescano secolare e dalla Gioventù Francescana in collaborazione con la Parrocchia S. Maria di Portosalvo di S. Teresa di Riva, avranno inizio martedì 1 ottobre con la VIII giornata del Creato promossa dalla Conferenza Episcopale Italiana. Alle ore 18.30 la Celebrazione Eucaristica presieduta da Don Sergio Siracusano, Direttore dell'Ufficio diocesano per i problemi sociali e il lavoro, mentre alle 19.30 un interessante convegno sul tema "La famiglia educa alla custodia del creato", promosso in sinergia con l'Ufficio diocesano per i problemi sociali e il lavoro  e con l'Ufficio per l'ecumenismo e il dialogo interreligioso. Attraverso i contributi e le testimonianze che saranno offerti nel corso del convegno, come quella della famiglia Ballisto, di Lucy Fenech che si occupa di design eco-compatibile, di Salvuccio Irrera, presidente del Comitato Ionico Beni Comuni, si rifletterà sulla necessità di una rinnovata ecologia umana ed ambientale, tracciando nuove prospettive di pensiero e di azione per abitare responsabilmente i nostri territori ed essere attenti alla delicata relazionalità dell’ambiente. Ed è la famiglia il contesto privilegiato in cui si educa ad assumere stili di vita sobri e a prendersi cura dei beni naturali, patrimonio da conservare per le future generazioni. Ad allietare l'incontro sarà il gruppo "Agape" che eseguirà dei brani musicali sul tema. L'impegno a "custodire" il creato è stato più volte rammentato dallo stesso Papa Francesco, il quale, già dall'inizio del suo pontificato ha esortato ad essere "custodi’ della creazione, del disegno di Dio iscritto nella natura, custodi dell’altro, dell’ambiente". Il programma prosegue mercoledì 2 ottobre: dopo la Celebrazione eucaristica delle ore 18.30, è prevista una catechesi sulla figura di S. Francesco d'Assisi a cura di Suor Tarcisia Carnilietto, ofm di Taormina. Mercoledì alle ore 18. 30 avrà luogo la Celebrazione eucaristica presieduta da don Agostino Giacalone e a seguire la liturgia del Transito di S. Francesco mentre il 4 ottobre, durante la Solenne Celebrazione Eucaristica delle 18.30, presieduta dal Parroco Don Roberto Romeo, i Sindaci dei comuni jonici offriranno l'olio per la lampada votiva. Tale segno, che commemora S. Francesco come patrono d'Italia, è mutuato da una tradizione che annualmente si svolge ad Assisi.

 


COMMENTI

Ravecca Massimo | il 05/10/2013 alle 16:10:45

San Francesco aveva una somiglianza intellettuale e mistica con Gesù, come Galileo Galilei funzionale (nel processo romano) e nel volto, Leonardo da Vinci e Michelangelo Buonarroti nel genio e nel volto della maturità. Cfr. ebook (amazon) di Ravecca Massimo. Tre uomini un volto: Gesù, Leonardo e Michelangelo. Grazie.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.