Domenica 25 Febbraio 2024
Incidenza aumentata di un terzo. Diversi comuni jonici ancora a rilento con i vaccini


Covid, impennata di casi nel Messinese: osservati speciali Limina, Savoca e Gaggi

di Andrea Rifatto | 12/11/2021 | ATTUALITÀ

2093 Lettori unici

La mappa dell'incidenza in Sicilia

Continua ad essere al rialzo l’incidenza dei nuovi casi di Covid-19 in Sicilia. L’andamento dei contati riportati ad oggi al sistema di sorveglianza dell’Istituto superiore di Sanità rivela negli ultimi 7 giorni un’incidenza di 61.68 casi per 100.000 abitanti, a fronte di una media nazione di 60.91. Guardando al territorio regionale, il massimo si registra con 105.65 casi per 100.000 abitanti in provincia di Catania, seguita da Messina (98,6) e Siracusa (86,7). In provincia negli ultimi sette giorni l’incidenza è aumentata del 33,56% con 601 nuovi positivi e nel periodo in questione l’incremento maggiore di contagi (valori superiori a 250 casi per 100.000 abitanti) si è registrato in 14 comuni, tre dei quali ricadono nella zona jonica messinese, ossia Limina con 12 casi nell’ultima settimana e un’incidenza di 1.650 casi ogni 100.000 abitanti, Savoca con 5 casi che corrispondono a 295/100.000 e Gaggi con 9 casi e 288/100.000. A seguire Forza d’Agrò con 2 casi nell’ultima settimana, Giardini Naxos (21), Francavilla di Sicilia (8), Letojanni (6), Santa Teresa di Riva (15), Sant’Alessio Siculo (2), Casalvecchio Siculo (1) e Taormina (10). L’incidenza cumulativa nel periodo di riferimento mostra una chiara tendenza all’incremento rispetto alle settimane precedenti e in seguito al rialzo dei nuovi casi si registra un incremento, seppure limitato, di nuove ospedalizzazioni con ricadute sulla prevalenza di occupazione dei posti letto. L’ospedalizzazione interessa prevalentemente (81%) soggetti non vaccinati e in provincia di Messina gli attuali ricoverati sono 60, 36 al Policlinico (di cui 9 in Rianimazione), 15 al Papardo (2 in Rianimazione), 3 a Barcellona e 6 all’Irccs Piemonte; l'83% dei ricoverati non è vaccinato e il 9% ha ricevuto solo una dose. Resta stabile la letalità (oggi nessuna vittima nel Messinese).

In Sicilia i vaccinati con prima dose si attestano all’81,31 per cento del target regionale, gli immunizzati sono al 78,44 per cento. Le terze dosi finora somministrate sono 105.568 (pari all’1.54 % delle somministrazioni complessive). Nella settimana in esame (4-10 novembre) si evidenzia un significativo aumento delle prime dosi, che ha interessato tutte le fasce di età, rispetto alla settimana precedente (28 ottobre-3 novembre) pari al 32,73 per cento, con un’inversione di tendenza rispetto ai 15 giorni precedenti. Nonostante i livelli di incidenza si mantengano ancora contenuti, anche alla luce della progressiva crescita della copertura vaccinale, è attenzionata la chiara tendenza al rialzo. La Regione ribadisce, pertanto, l’importanza delle terze dosi come strumento per contrastare l’insorgere di eventuali recrudescenze. Rimane obiettivo prioritario incentivare l’adesione alla vaccinazione dei soggetti aventi diritto alla terza dose e insistere sulla sensibilizzazione alla vaccinazione nelle aree a più bassa copertura vaccinale. Nei giorni scorsi l’Ufficio per l’emergenza Covid di Messina ha realizzato una mappa segnalando in rosso quei comuni in cui la vaccinazione, anche solo con la prima dose, non è stata somministrata ad almeno il 70% della popolazione e molti di questi sono nella zona jonica: Alì (56,79%), Alì Terme (66,78), Castelmola (64,33), Fiumedinisi (51,21), Gaggi (65,54), Giardini Naxos (68,49), Itala (58,47), Nizza di Sicilia (69,46), Santa Teresa di Riva (69,28), Sant’Alessio Siculo (68,12), Savoca (66,80), Scaletta Zanclea (63,40).

L'ELENCO COMPLETO DEI COMUNI MESSINESI 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.