Giovedì 25 Luglio 2024
Variazioni delle linee Ast a discapito dei pendolari. Protesta il sindaco di Antillo


Corse dei bus cancellate nella Val d'Agrò, disagi e disservizi: "Situazione insostenibile"

di Andrea Rifatto | 25/01/2024 | ATTUALITÀ

1196 Lettori unici

Corse spesso cancellate poche ore prima

Disagi e disservizi per i pendolari della valle d’Agrò che utilizzano i mezzi del trasporto pubblico locale dell’Ast, che da tempo non gode di ottima salute. Quasi quotidianamente, infatti, vengono soppresse alcune corse per motivi tecnici o per carenza di operatori di esercizio e di conseguenza gli utenti non possono spostarsi, in un territorio dove i collegamenti tra i centri costieri e quelli collinari sono già difficili e molti cittadini sono in età avanzata. Negli ultimi due giorni l’Ast non ha effettuato parecchie corse: lunedì sono saltati i collegamenti Antillo-Santa Teresa di Riva delle 6.25, Santa Teresa di Riva-Antillo delle 8, Antillo-Santa Teresa di Riva delle 9, Furci Siculo-Rimiti delle 14.10 e Rimiti-Santa Teresa di Riva delle 15.10; martedì è toccato alle corse Furci Siculo-Rimiti delle 14.10, Rimiti-Santa Teresa di Riva delle 15.10, Santa Teresa di Riva-Roccafiorita delle 17 e Santa Teresa di Riva-Antillo delle 18.30 , mentre sia ieri che oggi sono state annullate le corse Santa Teresa di Riva-Roccafiorita delle 8.30 e la Roccafiorita-Santa Teresa di Riva delle 9.15. Tratte fondamentali per lavoratori, studenti e cittadini, spesso costretti all’ultimo minuto a trovare soluzioni alternative visto che gli avvisi all’utenza vengono pubblicati sul sito dell’Ast, che non tutti consultano, solo poche ore prima oppure addirittura nel giorno stesso a cui fanno riferimento. 

"La situazione sta divenendo insostenibile - contesta il sindaco di Antillo, Davide Paratore - i cittadini contattano noi amministratori per sapere se le corse siano garantite o meno, lunedì mattina gli studenti sono rimasti in paese perchè il mezzo non c’era, in altre occasioni si è fermato distante dal centro abitato oppure sono stati inviati bus troppo piccoli e i pendolari sono stati costretti a rimanere in piedi durante il tragitto”. La scorse estate i sindaci di Antillo, Casalvecchio Siculo, Forza d’Agrò, Limina, Roccafiorita e Savoca avevano protestato per la soppressione di 41 corse tra i centri costieri e quelli collinari e montani, che a fine luglio l’Ast aveva ripristinato: adesso la regolarità delle corse è tornata a non essere garantita con regolarità e a farne le spese sono i cittadini.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.