Martedì 23 Luglio 2024
Positivi in lieve calo. Giallo sulla fiera: ordinanza "fantasma" del sindaco


Coronavirus, migliora la situazione a Santa Teresa: sospeso ma poi riaperto il mercato

di Andrea Rifatto | 02/02/2021 | ATTUALITÀ

1848 Lettori unici

L'ultima edizione si è tenuta a dicembre

C’è un miglioramento della situazione epidemiologica a Santa Teresa di Riva. Negli ultimi giorni i casi di Covid-19 sono diminuiti e gli attuali positivi sono passati da 34 a 27, secondo l’ultimo aggiornamento reso noto dal Comune. Ieri si è registrato un nuovo caso e un altro cittadino è guarito, lasciando quindi invariato il numero dei contagiati e portando il numero dei negativizzati a quota 129 e lasciando; i casi totali in paese a partire da agosto sono 163. Domani riprenderà il mercato quindicinale in piazza Antonio Stracuzzi, fermo dallo scorso dicembre e rimasto sospeso sia la prima che la terza settimana di gennaio per l'aumento dei casi in tutto il comprensorio: "Era giusto riproporlo essendo passati in zona arancione, anche perché per motivi lavorativi ci si può spostare - spiega l'assessore al Commercio Domenico Trimarchi - abbiamo raccomandato ai vigili urbani di tenere gli occhi aperti perché in questo momento non si può abbassare la guardia".

Ieri mattina si è consumato però un piccolo giallo, in quanto il sindaco Danilo Lo Giudice aveva firmato un'altra ordinanza di sospensione della fiera anche per l'edizione del 3 febbraio, la numero 9 dell’1 febbraio regolarmente pubblicata all’albo, replicando il contenuto di quelle precedenti, ossia che “in base ai dati comunicati dalI'Asp si è registrato un preoccupante ed improvviso incremento dei contagi da Covid-19 in tutta la provincia di Messina, anche con particolare riferimento alla zona jonica e al territorio comunale” e che “il mercato quindicinale vede la partecipazione di operatori provenienti anche da province diverse, così come l'utenza risulta provenire da tutti i comuni viciniori”: dunque secondo il primo cittadino “l'attuale trend di contagi e l'aumento esponenziale del rapporto tra positivi e tamponi effettuati, costituisce condizione di emergenza sanitaria a carattere locale, tale da giustificare l'adozione in via cautelativa e precauzionale di un'ordinanza contingibile ed urgente a tutela della salute pubblica per contrastare la diffusione del virus”. Nel pomeriggio però, l’ordinanza è sparita dall’albo pretorio online del Comune, perchè a quanto pare è stata annullata dal sindaco: annullamento, però, di cui non vi è traccia sul sito istituzionale dell’Ente, nonostante sia obbligatoria la pubblicazione, dove compaiono le ordinanze sindacali numero 8 e 10 e non vi è alcun riferimento alla 9, che non andava certamente rimossa anche se annullata. Il provvedimento ha sorpreso gli stessi venditori ambulanti, che avevano già concordato con il Comune la riapertura del mercato e che ieri hanno contattato l’Amministrazione comunale per chiedere delucidazioni sulla nuova ordinanza, considerato che con la zona arancione è possibile spostarsi da un comune all’altro e facendo presente che vi è la necessità di riprendere le attività di vendita per aiutare i commercianti, in crisi a causa della pandemia. Equivoco chiarito e domani si tornerà ad allestire le bancarelle. A Santa Teresa domenica 7 febbraio è previsto un nuovo appuntamento con in tamponi in modalità drive-through nel piazzale ex Stat, riservati ai cittadini residenti nella cittadina jonica e negli altri comuni della Val d’Agrò: per partecipare è obbligatoria la prenotazione al numero 0942-7861209, da effettuare  entro le ore 12 di giovedì.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.