Sabato 21 Maggio 2022
Finito il progetto di Direzione didattica e Cinit per creare una coscienza critica


"Cineforum e inclusività", gli studenti di S. Teresa si avvicinano al grande schermo

03/07/2019 | ATTUALITÀ

1029 Lettori unici

Una proiezione a scuola

Conclusa anche quest’anno la fortunata partnership tra Direzione didattica di S. Teresa di Riva con l’associazione nazionale Cinit di Venezia, tramite il Cineofrum “Nuova Presenza”, che ha visto un’opera di divulgazione ed educazione al linguaggio cinematografico svolto nella solita consolidata formula collaborativa che ha dato negli ultimi anni risultati di forte spessore pedagogico, educativo e culturale. Si è in pratica messo a frutto il protocollo di intesa siglato dal presidente del Cinit Massimo Caminiti e le dirigenti della Direzione Didattica Venera Munafò e Maria Carmela Lipari. L’articolazione durante l’anno scolastico 2018-19 ha visto coordinarsi la referente del progetto “Cineforum & Inclusività”, l’insegnante Maria Trimarchi, con l’esperto del Cinit in linguaggi fotocinematografici, editoriali e social, Massimo Cicala, sul territorio siciliano nella incessante opera volta a creare nelle nuove generazioni una coscienza critica nella lettura dei messaggi massmediali con particolare riguardo al cinema. Grazie al prezioso apporto della vicaria, Maria Concetta Muscolino, si è dato il via ai tre momenti focali della attività progettuale sul tema della inclusività. Un primo esperimento di avvicinamento al grande schermo ha portato i bambini della scuola dell’Infanzia ad assistere ad una avvincente proiezione nella sala cinematografica del Cine Vittoria di Alì Terme. Successivamente, la parte più propriamente pedagogica e attiva, con le quarte e le quinte elementari di tutti i plessi santateresini, alle prese con una interessante produzione indipendente sulla matematica, voluta dal Miur, creata appositamente per le scuole italiane, di stampo fortemente formativo per sfatare in modo accattivante il mito della “bestia nera” tra le discipline scolastiche, appunto la matematica.

Nella parte conclusiva dell’anno scolastico, invece, sempre la referente al progetto Maria Trimarchi con Massimo Cicala hanno girato per tutti i plessi della Direzione didattica di S. Teresa mettendo in moto le  Lim, Lavagne interattive multimediali, presenti ormai in tutte le classi, per interpretare e leggere adeguatamente i linguaggi presenti nel film con le classi dell’Infanzia, con la proiezione di corti di fiction che di animazione selezionati tra i premi assegnati dal Cinit nei festival del cinema africano del Coe e il festival “Zabut” dell’associazione culturale “Taglio di rema”, provenienti quindi da produzioni emergenti e di livello internazionale. I film hanno suscitato grande interesse e divertimento tra i giovanissimi fruitori, tenendo conto sempre che il leit motiv del progetto era l’inclusione e la integrazione del diverso. Ogni alunno ha poi realizzato una produzione grafica, ispirato dai contenuti ritenuti più interessanti. A ciascun alunno è stata consegnata una scheda, predisposta dal Cinit, con crediti del film, sinossi e spunti di riflessione.  Ai docenti invece è stato dato un prontuario sulla sintesi dei film e dei corti in programma. Grande soddisfazione per questo progetto didattico che ha riscosso approvazione e plauso da parte di docenti, genitori e soprattutto da parte dei piccoli alunni.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.