Lunedì 23 Maggio 2022
Messa solenne nella chiesa di Portosalvo alla presenza di autorità civili e militari


Celebrata a S. Teresa la Virgo Fidelis, patrona dell'Arma dei Carabinieri

di Redazione | 22/11/2019 | ATTUALITÀ

2507 Lettori unici

I partecipanti alla celebrazione

Anche a S. Teresa di Riva è stata celebrata la Virgo Fidelis, patrona dell’Arma dei Carabinieri festeggiata il 21 novembre di ogni anno nell'anniversario della Battaglia di Culqualber del 1941. La ricorrenza è stata commemorata ieri sera su iniziativa della locale Sezione dell’Associazione Nazionale Carabinieri intitolata al sottotenente Giovanni Cavallaro, presieduta da Francesco Musicò, con una santa messa nella chiesa Madonna di Portosalvo officiata da don Agostino Giacalone. Presenti autorità civili e militari, i sindaci di S. Teresa (Danilo Lo Giudice), Forza d’Agrò (Bruno Miliadò), Antillo (Davide Paratore), Roccafiorita (Concetto Orlando) e l’assessore Carmela Miuccio di Savoca; il comandante dei Carabinieri di S. Teresa, luogotenente Maurizio La Monica, con alcuni militari della Stazione; il generale Giovanni Giunta dell’Esercito italiano; il comandante della Guardia di Finanza di Taormina, capitano Angelo Schillaci con alcuni finanzieri; il comandante della Polizia municipale di S. Teresa, Diego Mangiò con rappresentanti del suo Corpo e agenti di altri comuni; l’Associazione Nazionale Carabinieri di Taormina; la Protezione civile di Furci; l’Associazione nazionale Combattenti e Reduci di Sant’Alessio; il giudice Agostino Cisca, cittadini e familiari di militari deceduti in servizio. Il sindaco Lo Giudice ha sottolineato l’importante funzione svolta dai Carabinieri ricordando tre appartenenti all’Arma, Giovanni Cavallaro, morto nella strage di Nassiriya (presente il figlio Diego), Mauro Ferraro e Massimiliano Pugliatti, scomparsi prematuramente, evidenziando la loro umanità e professionalità. Al termine della funzione il comandante La Monica ha letto la Preghiera del Carabiniere, destando in tutti i presenti un attimo di grande commozione. Nella giornata di ieri l’Arma dei Carabinieri celebrava anche la Giornata dell’orfano e le offerte raccolte durante la celebrazione saranno devolute agli orfani.

Nella Battaglia di Culqualber i Carabinieri dell’allora I Battaglione Mobilitato scrissero una delle pagine più fulgide e anche più dolorose della loro storia in terra d’Africa, che valse all’Arma la Medaglia d’Oro al valor militare. Fu Papa Pio XII, l’11 novembre 1949, a promulgare un “breve apostolico” con cui stabilì che la Beatissima Vergine Maria, invocata col nome di Virgo Fidelis, sarebbe diventata “... massima Patrona Celeste dell’intera famiglia militare italiana chiamata Arma dei Carabinieri" e che sarebbe stata anche annualmente commemorata il 21 novembre. Relativamente alla ricorrenza della Virgo Fidelis, è da ricordare come il 9 aprile 1983, Papa Giovanni Paolo II, in una celebre omelia in occasione della sua visita pastorale alla Scuola Allievi di Roma, nell’elogiare i Carabinieri per il loro attaccamento alla Virgo Fidelis, ne evidenziò le qualità che li contraddistinguevano, indicando, non a caso, per prima la “fedeltà allo Stato” poi la “dedizione al dovere” e, quindi, lo “spirito di servizio”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.