Mercoledì 25 Maggio 2022
Massimiliano Pizzolo lascia la carica per dare uno scossone nell'Amministrazione


Castelmola, si dimette il presidente del Consiglio: "Si torni con i piedi per terra"

di Andrea Rifatto | 04/07/2019 | ATTUALITÀ

1732 Lettori unici

Massimiliano Pizzolo

“C’era bisogno di uno scossone che riportasse l’Amministrazione con i piedi a terra, il mio è un gesto per smuovere tutta la squadra di governo dall’inerzia affinché le necessità quotidiane della comunità non siano trascurate”. A parlare è il presidente del Consiglio comunale di Castelmola, Massimiliano Pizzolo, che ieri ha rassegnato le dimissioni dalla carica che ricopriva dal giugno 2017, in seguito alle elezioni amministrative. “Ci sono difficoltà in paese che meritano attenzione maggiore – ci spiega Pizzolo – il fatto che non abbiamo un’opposizione non significa che dobbiamo concentrarci solo sulle grandi opere ma anche i problemi giornalieri meritano più attenzione e programmazione, purtroppo nell’ultimo periodo c’è stato un certo lassismo e un continuo rinviare la risoluzione delle problematiche. Nessun contrasto con il sindaco Orlando Russo – precisa ll’ormai ex presidente del Consiglio – si tratta solo di un gesto per far cambiare passo all’Amministrazione”. La sua decisione è stata comunicata con una lettera protocollata in municipio e indirizzata al sindaco, ai consiglieri comunali, al segretario, ai dipendenti comunali e al revisore dei conti.

“In questi anni mi sono adoperato in vari modi, con varie iniziative, per far emergere l’importanza dell’impegno che ho da sempre profuso, tra non poche difficoltà, ho sempre auspicato che la mia azione fosse degna della fiducia che la città ha riposto in me – scrive Pizzolo – in linea di massima i risultati da me ottenuti consegnano un dato positivo pur operando in condizioni ambientali difficili, stante anche le limitate disponibilità in senso ampio di fatto utilizzabili. Il momento è piuttosto delicato e ricco di frenesie che non armonizzano l’azione utile, ho rispettato il ruolo e la funzione per garantire i lavori consiliari, senza mai risparmiarmi. Se ed in quanta parte sia riuscito a rispettare ruolo e funzione non compete a me giudicarlo, bensì al Consiglio che ho presieduto e ai cittadini-elettori. In questa fase politica sento il bisogno di tornare a confrontarmi con me stesso, sento il bisogno di poter parlare, discutere, dialogare, esprimere opinioni, contribuire al dibattito politico, in maniera libera e franca, che il ruolo di presidente mi impedisce – evidenzia Pizzolo – in questo riterrei anche un vantaggio della coalizione cui sono stato eletto, adoperandomi in maniera ancor più precisa di quanto non abbia potuto fare, per condividere e promuovere gli obiettivi politico-amministrativi che devono vedere lavorare insieme e nell’interesse collettivo quanti condividono gli stessi orientamenti. Un grazie a tutti i dipendenti comunali, con i quali ho affrontato problematiche a volte anche non proprie della mia funzione, grazie ala segretaria comunale per la collaborazione, grazie a quanti a vario titolo hanno con me lavorato nell’interesse delle questioni pubbliche”. Massimiliano Pizzolo ha specificato che la sua azione continuerà fino a quando possibile come consigliere comunale.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.