Mercoledì 07 Dicembre 2022
Visita delle delegazioni straniere e confronti su valori e integrazione


Casalvecchio si gemella con l'Europa: firmato patto di fratellanza con cinque Paesi

di Redazione | 22/01/2020 | ATTUALITÀ

1231 Lettori unici

Le delegazioni italiane e straniere davanti l'abbazia

Progetto di gemellaggio tra Casalvecchio Siculo e cinque Municipalità europee provenienti da Spagna, Polonia, Malta, Slovacchia e Lettonia. L’iniziativa dal titolo “Solidarity in time of crisis: citizens ask for renew the values of Europe”, approvata dell’Agenzia Eacea della Commissione europea, è basata sulla creazione di una rete di collaborazione e scambi di esperienze per il rafforzamento del concetto di cittadinanza attiva e democratica e per incoraggiare i cittadini a dare il proprio contributo all’integrazione europea e allo sviluppo del dialogo interculturale, la comprensione reciproca e il sostegno ai valori fondamentali europei, attuando anche quella “solidarietà obbligatoria” che impegna tutti gli Stati europei per far fronte alla crisi migratoria. Le delegazioni straniere sono state a Casalvecchio da giovedì a ieri, con visite del territorio, seminari e confronti sulle differenti tematiche progettuali. L’idea dalla quale trae origine il progetto è lo stesso principio fondante dell’integrazione Europea che è la solidarietà: a oltre mezzo secolo dall’opera di Adenauer, Schuman e De Gasperi, non va dimenticato che le molte conquiste raggiunte, sono il frutto di un preciso cammino compiuto nel solco della solidarietà ma negli ultimi anni la crisi finanziaria, l’immigrazione e la conseguente paura per la sicurezza degli stati nazionali, l’euroscetticismo dilagante hanno messo a dura prova l’Europa e le sue certezze.

Momento centrale del progetto la solenne cerimonia di sottoscrizione del Patto di fratellanza e amicizia tra Casalvecchio e le cinque Municipalità di Spagna, Polonia, Malta, Slovacchia e Lettonia, che si è tenuta nella splendida cornice dell’abbazia dei Santi Pietro e Paolo d’Agrò. All’incontro hanno preso parte i sindaci dei paesi partner e numerosi sindaci e amministratori del comprensorio autorità civili e militari. Il sindaco di Casalvecchio Marco Saetti, l’assessore Marcella Russo e tutta l’Amministrazione hanno espresso parole di orgoglio per il risultato raggiunto: “La rete tra le città gemellate ha lo scopo di creare un piano strutturato integrato di sviluppo – spiegano – aperto ai valori di amicizia e solidarietà con l’intento di intraprendere ulteriori iniziative per il miglioramento delle condizioni territoriali dei partner coinvolti, fornendo opportunità di mobilità e crescita del capitale umano delle future generazioni di Casalvecchio e dell’intero comprensorio”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.