Lunedì 06 Febbraio 2023
Due membri designati da Schifani, il terzo dall'assemblea. Le richieste dei sindacati


Cas, eletto il nuovo Consiglio direttivo: Filippo Nasca presidente

di Redazione | 06/01/2023 | ATTUALITÀ

528 Lettori unici

L'assemblea dei soci presieduta da Santoro

L’assemblea dei soci di Autostrade Siciliane, presieduta per l’occasione dall’ingegnere Leonardo Santoro su delega del presidente della Regione siciliana, ha eletto il nuovo Consiglio direttivo. Nel corso del’’incontro, mirato al rinnovo dell’organo d’amministrazione del Consorzio, l’ingegnere Santoro ha comunicato che il presidente Renato Schifani ha provveduto a designare l’avvocato Filippo Nasca quale nuovo presidente del Consiglio direttivo e la dottoressa Patrizia Valenti per la carica di componente del Consiglio direttivo, dopo le dimissioni di Francesco Restuccia e dei membri del Cda. L’Assemblea, preso atto e votato all’unanimità le investiture del presidente della Regione, dopo una breve consultazione ha provveduto anche alla designazione e alla votazione dell’ingegnere taorminese Massimo Brocato, vicino alle posizioni di Cateno De Luca, quale terzo componente del Direttivo, la cui designazione è riservata appunto alla minoranza assembleare. Dichiarato eletto il nuovo Consiglio direttivo del Consorzio per le Autostrade Siciliane e dato mandato agli uffici per i successivi adempimenti amministrativi, l’ingegnere Leonardo Santoro ha tenuto a sottolineare l’importanza della scelta operata dai soci dell’assemblea che ha così oggi provveduto ad un’immediata ricostituzione dell’organo di governo attraverso profili tecnici e scongiurato temporanee conduzioni commissariali, che avrebbero potuto rallentare le cruciali attività in essere.

"Il nuovo Cda del Cas appena nominato parte già azzoppato - commenta Anthony Barbagallo, segretario regionale del Partito democratico - uno dei 3 componenti, infatti, risulta rinviato a giudizio per turbativa d’asta al Comune di Falcone, su richiesta del gip di Patti. Si tratta del professionista indicato dall’assemblea del Cas. Suggerisco al presidente della Regione di intervenire, in autotutela, per salvaguardare la Regione che è comunque il socio di maggioranza dello ‘sgangherato’ Consorzio autostrade siciliane". “Al nuovo consiglio direttivo del Cas rivolgiamo non solo i migliori auguri di buon lavoro - esordiscono i segretari di Filt Cgil e Uiltrasporti Messina, Carmelo Garufi e Michele Barresi - ma anche l’auspicio sincero affinché sia considerato prioritario il dialogo sociale per rilanciare un servizio essenziale per i siciliani e riprendere il confronto interrotto sulle tematiche legate ai diritti dei trecento lavoratori dell’ente. Di certo occorre dare atto al Cda uscente di aver ereditato un ente allo sbando, sul piano organizzativo ed economico, non semplice da gestire in una fase delicata che lo ha visto trasformato in soggetto economico. Oggi è necessario accelerare sulla manutenzione delle nostre autostrade - continuano Filt Cgil e Uiltrasporti- ma anche riprendere il dialogo da mesi interrotto con i sindacati sul percorso per il pieno riconoscimento dei diritti contrattuali dei lavoratori e sul fabbisogno organico dell’ente che necessita di nuove assunzioni in tutti i ruoli, dall’esercizio all’area tecnico-amministrativa, fino al ruolo di vertice. Serve un direttore generale che dia finalmente una guida tecnica all’altezza di un ente strategico per la mobilità siciliana - concludono Garufi e Barresi - superando la perenne fase dei distacci in comando di personale da altre strutture e assicurando, con il dovuto confronto tra le parti, una nuova pianta organica funzionale ed efficiente alle attività del Cas”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.