Domenica 19 Settembre 2021
Si è insediato a Messina al posto di Lorenzo Sabatino, trasferito dopo tre anni a Roma


Carabinieri, il colonnello Marco Carletti nuovo comandante provinciale

di Redazione | 14/09/2021 | ATTUALITÀ

434 Lettori unici

Il comandante provinciale Carletti

Arriva un nuovo comandante provinciale dei Carabinieri a Messina. Oggi si è insediato infatti il colonnello Marco Carletti, 48 anni, che prende il posto del colonnello Lorenzo Sabatino, trasferito dopo tre anni a Roma come capo di stato maggiore della Divisione Unità Specializzate Carabinieri. Nell’accomiatarsi dai propri carabinieri, il colonnello Sabatino ha ringraziato l’Arma messinese per lo straordinario impegno profuso nell’espletamento quotidiano del servizio d’istituto e per gli ottimi risultati conseguiti nel contrasto alla criminalità comune e organizzata, in piena sinergia con l’autorità giudiziaria del Distretto. Il nuovo comandante provinciale Carletti, originario di Ancona, arriva da Livorno dove, dal settembre del 2017, ha rivestito l’incarico di comandante di un Reparto della 2^ Brigata Mobile; laureato in Giurisprudenza, ha frequentato il corso ISSMI presso l’Istituto Superiore di Stato Maggiore Interforze di Roma e per lui si tratta di un ritorno in Sicilia, visto che dopo aver frequentato il 174° corso dell’Accademia Militare di Modena e la Scuola Ufficiali Carabinieri di Roma, dal 2005 al 2009 ha comandato la Compagnia di Trapani. In passato l’ufficiale ha prestato servizio in Toscana, dove ha retto numerosi incarichi in seno al 1° Reggimento Carabinieri Paracadutisti “Tuscania” e, successivamente, presso un Reparto della 2^ Brigata Mobile, per poi essere destinato a Roma, al Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri quale Capo Sezione dell’Ufficio Piani e Polizia Militare. Il colonnello Carletti, nel corso della sua carriera militare, vanta numerose esperienze all’estero in svariati teatri internazionali quali Sarajevo, in Bosnia-Erzegovina (nell’ambito dell’operazione SFOR), Timor Est (INTERFET), Nassiriya in Iraq (MSU-IRAQ) e Pristina, in Kosovo, nell’ambito dell’operazione (EULEX).


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.