Domenica 05 Aprile 2020
Presentati i primi due strumenti realizzati per offrire nuovi servizi ai visitatori


Brochure e app per attirare i turisti, S. Teresa punta a promuovere le proprie ricchezze

di Andrea Rifatto | 28/11/2016 | ATTUALITÀ

3067 Lettori unici | Commenti 1

Campisi, Parlavecchio, Lo Giudice, Miano, Bonfiglio, Pollino, Sturiale, Ballisto e Coglitore

“La nostra Amministrazione sta puntando molto sull’attrattività della città per far sì che divenga sempre più meta turistica e questa iniziativa è uno dei passaggi fondamentali per rilanciare la nostra immagine”. Il vicesindaco di S. Teresa di Riva, Danilo Lo Giudice, ha illustrato così questa mattina, nel corso di una conferenza stampa nell’aula consiliare alla quale hanno preso parte anche gli assessori Giovanni Bonfiglio (Turismo e Cultura) e Annalisa Miano (Pubblica istruzione), il progetto di promozione turistica avviato nei mesi scorsi per valorizzare le attrattive del territorio e informare i turisti sulle ricchezze storiche, culturali e paesaggistiche da visitare, decollato ufficialmente con la presentazione di un depliant pieghevole e di un app per smartphone e tablet. Strumenti finalizzati a far conoscere fuori dai confini comunali tutte le potenzialità e le attrattive di S. Teresa, garantendo una diffusione capillare delle informazioni, soprattutto sui nuovi mezzi di comunicazione, con un connubio di strumenti tradizionali e moderni che consentano di esprimere le variegate possibilità offerte a quanti scelgono di trascorrere un periodo di vacanza o relax. 

“Il depliant, il primo dedicato esclusivamente a S. Teresa – ha spiegato Agnese Sturiale, esperta di marketing e componente dello staff che ha lavorato al progetto, formato dal fotografo Tommaso Pollino, dall’arch. Salvatore Coglitore, consulente per i beni culturali e la storia locale e dal grafico Sandro Ballisto – riporta le informazioni riguardanti la città, con foto e descrizioni delle attrattive culturali, gastronomiche e naturali, e ha lo scopo di agevolare l’incontro dei turisti con il territorio, guidando il visitatore alla scoperta della città nei variegati aspetti. É articolato in varie sezioni: S. Teresa da vedere, con foto dei luoghi storico-artistici più significativi; da vivere, con foto e descrizioni delle opportunità ricreative;  da gustare, con indicate le tipicità culinarie del posto; S. Teresa nella natura, con informazioni sui luoghi dove è possibile immergersi nella natura; dormire a S. Teresa, con l’elenco delle strutture ricettive e mangia e bevi a S. Teresa, con l’elenco di bar e ristoranti”. Nel depliant, che verrà stampato in diecimila copie e distribuito anche nelle fiere del turismo, è presente anche una mappa con le indicazioni utili. Il progetto, costato complessivamente 4mila 400 euro, prevede inoltre la realizzazione di una brochure rilegata, con fotografie che metteranno in evidenza alcune tra le attrattive più interessanti osservate da punto di vista del visitatore: un video promozionale, che mostrerà aspetti inediti della città e di un libro storico, che avrà lo scopo di racchiudere le importanti notizie storiche sulla nascita e l’evoluzione di S. Teresa.

L’app “Santa Teresa di Riva”, che contiene informazioni utili sia per i visitatori che per i residenti, è stata invece realizzata dalla Growapp di Piraino (Me), con una spesa di 4mila euro che garantisce l’attivazione del servizio per 24 mesi. Il titolare, Giancarlo Campisi, affiancato da Antonio Parlavecchio, ha illustrato tutte le potenzialità dell’applicazione (scaricabile cliccando qui), dedicata ai dispositivi mobili, che offrirà informazioni sulle attività del Comune, gli eventi, le iniziative per la cittadinanza, ma sarà anche un’importante vetrina per le attività turistico-ricettive e commerciali, che potranno promuovere la propria azienda e inviare notifiche su promozioni e sconti, in uno spazio dedicato. Fondamentale sarà l’interazione tra Comune e privati, per far sì che i contenuti per il turista vengano sempre aggiornati e incrementati. Contenuti alla cui creazione hanno collaborato gli studenti della scuola media santateresina, fornendo suggerimenti e realizzando le audioguide dei monumenti storici inserite nell’app.


COMMENTI

pippo | il 30/11/2016 alle 16:41:39

bravi, con quel poco che ha S.Teresa, questa amministrazione ha fatto e sta facendo le cose giuste per sfruttare e dare un'immagine turistica del posto

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.