Lunedì 20 Maggio 2024
Iniziativa dell'associazione "Al tuo fianco" per la campagna mondiale "One Billion Rising"


"Break the chain": a Roccalumera flash mob in piazza contro la violenza sulle donne -VIDEO

di Andrea Rifatto | 16/02/2022 | ATTUALITÀ

933 Lettori unici

Studenti, associazione e istituzioni in piazza

La battaglia contro la violenza sulle donne non può fermarsi e l’attenzione sul fenomeno va tenuta sempre alta. Proprio per questo motivo l’associazione- centro antiviolenza “Al tuo fianco” di Roccalumera ha organizzato lunedì mattina, in piazza Madonna del Carmelo, il flash mob “Break the chain: danzeremo insieme per spezzare le catene della violenza”, partecipando alla campagna internazionale di “One Billion Rising”, avviata nel 2012 per denunciare e porre fine ad ogni forma di sopruso, con eventi pubblici che si tengono il 14 febbraio. Alla manifestazione hanno preso parte gli studenti delle classi 3 A e B della scuola secondaria di primo grado dell’Istituto comprensivo “Rosario Livatino”, che guidati dalla docente Anna Maria Briguglio si sono esibiti in coreografie, leggendo pensieri e riflessioni sulla violenza, invocando un cambiamento radicale nelle coscienze. Presenti la presidente di ‘Al tuo fianco’, Cettina La Torre, con alcune socie, il vicesindaco Miriam Asmundo in rappresentanza dell’Amministrazione comunale e il maresciallo Domenico Musolino, comandante della Stazione Carabinieri di Roccalumera, a dimostrazione del ruolo importante svolto dell’Arma, disponibile all’ascolto e pronta ad intervenire anche in caso di piccoli segnali d’allarme. 

“La violenza si combatte soprattutto con la prevenzione, diffondendo la cultura del rispetto di sé stessi e degli altri - ha detto La Torre - noi lavoriamo con le scuole perchè è importante la sensibilizzazione degli studenti, che sono gli adulti di domani. Arrivare in Tribunale o trovarsi davanti ad un femminicidio è un fallimento- ha sottolineato la presidente di ‘Al tuo fianco’ - dobbiamo prevenire i fenomeni e gettare un seme con i giovani, che sono la nostra speranza per cambiare il mondo, per far sì che non siano necessarie queste manifestazioni”. “La pandemia e il lockdown hanno fatto aumentare in modo esponenziale le vittime di violenza tra le mura domestiche - ha detto il vicesindaco - la violenza contro le donne non è inevitabile e la prevenzione è possibile ed essenziale, un ruolo fondamentale è svolto da iniziative come questa hanno un ruolo importante per sensibilizzare l’opinione pubblica - ha aggiunto Asmundo - un plauso a tutte le associazioni, compresa ‘Al tuo fianco’, che si prodigano quotidianamente in queste attività e agli studenti che hanno aderito all’appuntamento per la lotta contro la violenza di genere”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.