Giovedì 25 Luglio 2024
La località balneare punta ad ottenere il riconoscimento per la propria spiaggia


Bandiera blu 2024, ci prova anche Letojanni: presentata la candidatura a Roma

di Andrea Rifatto | 31/12/2023 | ATTUALITÀ

826 Lettori unici

Negli anni incrementati i servizi

Non c’è solo Taormina tra le nuove località che puntano alla Bandiera blu 2024. La candidatura per ottenere il riconoscimento internazionale per la certificazione della qualità ambientale delle località rivierasche, assegnato dalla Foundation for Environmental Education” (FEE), è stata presentata anche dal Comune di Letojanni, che prova così a incrementare il numero di comuni jonici insigniti del vessillo. Negli ultimi anni la cittadina turistica ha incrementato notevolmente i servizi in spiaggia e adesso l’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Alessandro Costa ha ritenuto sia arrivato il momento giusto per issare la bandiera. L’incartamento con la candidatura è stato depositato nei giorni scorsi a Roma, nella sede della Fee Italia, dal consigliere comunale Emanuele Savoca, che già il 25 ottobre aveva partecipato all’incontro annuale organizzato dalla Fondazione per l’Educazione Ambientale per illustrare le novità presentate in relazione alla Bandiera Blu 2024 e come fase propedeutica alla certificazione stessa, in quanto alla partecipazione viene attribuito un punteggio positivo in fase di valutazione della candidatura.

L’obiettivo principale del programma Bandiera Blu è quello di promuovere nei comuni rivieraschi una conduzione sostenibile del territorio attraverso una serie di indicazioni che mettono alla base delle scelte politiche, l’attenzione e la cura per l’ambiente: per poter ottenere il riconoscimento è necessario rispettare precisi criteri in materia di educazione ambientale ed informazione, qualità delle acque, gestione ambientale, servizi e sicurezza. Anche la gestione dei rifiuti viene analizzata dalla commissione tecnica e in base al dato percentuale di raccolta differenziata viene assegnato un punteggio: la soglia minima per non essere esclusi è il 45,1% e considerato che nel 2022 Letojanni ha raggiunto il 52,15% questo aspetto non dovrebbe essere più un ostacolo. Il responso finale si avrà nel prossimo mese di maggio.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.