Lunedì 25 Maggio 2020
Sabato 14 giugno nuova edizione per rimpinguare le scorte e aiutare 2 milioni di persone


Aumenta l'emergenza poveri, Colletta Alimentare straordinaria

10/06/2014 | ATTUALITÀ

1591 Lettori unici | Commenti 1

Sabato 14 giugno si terrà in tutta Italia la Colletta Alimentare straordinaria, un’edizione aggiuntiva della popolare “Giornata Nazionale della Colletta Alimentare" resasi necessaria per far fronte all’emergenza alimentare che affligge il nostro Paese. Sono oltre 4 milioni, infatti, le persone in Italia che vivono grazie a pacchi alimentari o pasti gratuiti presso le mense: di questi oltre 400 mila sono bambini che hanno meno di 5 anni. Nei prossimi 4 mesi 2 milioni di persone povere rischiano di non avere sufficienti aiuti alimentari: le richieste di aiuto sono in continuo aumento e nei magazzini della Rete Banco Alimentare diminuisce la disponibilità di cibo.

Il 14 giugno, nei supermercati di tutta Italia che aderiscono all’iniziativa, sarà possibile acquistare e donare alimenti a lunga conservazione, che poi la Rete Banco Alimentare distribuirà alle oltre 8.800 strutture caritative convenzionate, che ogni giorno assistono circa 2 milioni di poveri.  "Siamo certi -  afferma il presidente della Fondazione Banco Alimentare, Andrea Giussani, - che questa chiamata straordinaria, rivolta a tutti i cittadini, avrà una generosa e lieta risposta di piena solidarietà verso chi ha ancora meno”.

Nella riviera jonica messinese sarà possibile donare alimenti a lunga conservazione a S. Teresa di Riva e Giardini Naxos, dove sin dal mattino saranno presenti i volontari del Banco Alimentare, che in questi giorni si stanno organizzando in turni per garantire la presenza nei vari supermercati.

Per trovare tutti i punti vendita che aderiscono all'iniziativa clicca qui.

A S. Teresa aderiscono all’iniziativa i punti vendita Despar (via R. Margherita), Maxisconto (via Lungomare) e Qui Conviene (piazza Mercato); quattro invece i supermercati dove sarà possibile acquistare e donare a Giardini Naxos: Ipersids di via C. Valeria, Qui Conviene di via Chianchitta-C.da Sciacca, Sidis di via Naxos e Spaccio Alimentare di contrada Palio (Ss 114).

 

Più informazioni: colletta alimentare  


COMMENTI

Pippo Sturiale | il 11/06/2014 alle 08:00:19

Iniziativa lodevole!? O è dettata dall'esigenza di tacitare la propria coscienza! Perché è da un po' di tempo che la ricchezza si sposta dai più poveri ai più ricchi: la logica del nostro sistema ha nel suo DNA l'accumulazione, che naturamente interessa il ricco. Pertanto, in condizioni normali (quando non c'è crisi) il ricco diventa sempre più ricco, ma il povero può tirare a campare. Oggi non è più così, ma in epoca di vacche magre il ricco non vuole rinunciare ai suoi privilegi, non vuole fare alcun sacrificio( il ricco, per come è diventato ricco, di norma è un meschino miserabile!). Negli anni passati si sono abbassate addirittura le aliquote IRPEF per i redditi più alti, mentre, restando uguali per i redditi più bassi, in pratica chi ha meno paga in percentuale sempre di più (fiscal drag). Oggi si vuole fare l'elemosina! In un sistema giusto sarebbe cosa giusta, anzi morale aiutare chi sta momentaneamente male. Oggi, dopo che si è rubato al povero per dare al ricco, è immorale questa elemosina. So di essere contro il modo normale di pensare, ma credo di guardare un po' al di là del mio naso e penso sia doveroso riflettere sull'equità del sistema ... non intellettualmente ....

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.