Martedì 20 Ottobre 2020
La Fit Cisl sul piede di guerra, pronta allo sciopero e ad altre forme di protesta


Aro Dinarini e Nisi, lavoratori senza stipendio: "Raccolta rifiuti a rischio in 6 comuni"

01/10/2020 | ATTUALITÀ

484 Lettori unici

Raccolta porta a porta a Roccalumera

Lavoratori sul piede di guerra e pronti allo sciopero per il mancato saldo delle spettanze relative al mese di agosto ai lavoratori impiegati nei servizi di raccolta rifiuti e ambientali dei comuni dell'Aro Dinarini, Furci e Roccalumera, e del Nisi, Alì, Alì Terme, Fiumedinisi e Nizza. “Nonostante i Comuni abbiamo regolarmente effettuato i trasferimenti delle risorse spettanti alla ditta Lts Ambiente, gestore del servizio – sottolineano il segretario provinciale della Fit Cisl, Letterio D’Amico, ed il rappresentante sindacale Salvatore Todaro – i lavoratori non hanno percepito lo stipendio a causa di problemi aziendali. Una situazione che genera forte criticità e preoccupazione tra i lavoratori ed il concreto rischio che possano verificarsi anche conseguenze per l’utenza per le ripercussioni sulla regolarità del servizio di raccolta e smaltimento rifiuti nei prossimi giorni”. La Fit Cisl si rivolgerà al prefetto di Messina per attivare le procedure di sciopero ed annuncia ulteriori forme di protesta dei lavoratori per i prossimi giorni.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.