Mercoledì 23 Settembre 2020
Aggiudicazione definitiva per un totale di 5 milioni. Nel 2020 l'avvio delle opere


Appaltati i lavori per il nuovo Liceo scientifico di S. Teresa: il finanziamento è salvo

di Andrea Rifatto | 15/12/2019 | ATTUALITÀ

1243 Lettori unici

Il prospetto principale del nuovo liceo

Sembrava un traguardo irraggiungibile, adesso è realtà. La Città metropolitana di Messina ha aggiudicato in via definitiva i lavori di costruzione del nuovo Liceo scientifico di Santa Teresa di Riva, opera attesa da almeno un decennio, finanziati nel 2017 dal Ministero dell’Istruzione con 6,3 milioni di euro. Finanziamento che è salvo, visto che il ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca, Lorenzo Fioramonti, ha prorogato con proprio decreto fino al 31 marzo 2020 il termine di aggiudicazione (almeno in via provvisoria) dei lavori, fissato precedentemente al 15 ottobre. La procedura per il liceo santateresino si era conclusa all’Urega di Trapani il 24 ottobre e si temeva quindi che i fondi potessero essere cancellati. Ma la proroga ha permesso di tirare un sospiro di sollievo e il responsabile unico del procedimento, l’ingegnere Giacomo Russo della Città metropolitana, ha siglato insieme al dirigente dei Servizi Tecnici, il dottor Francesco Roccaforte, l’aggiudicazione definitiva alla ditta Urania Costruzioni di Messina, dopo l’esito positivo delle verifiche sul possesso dei requisiti previsti dalla normativa vigente. La ditta ha offerto un ribasso del 25,3627% sulla base di gara di 4 milioni 644mila 048 euro e ha quindi ottenuto l’appalto per l’importo di 3 milioni 466mila 192 euro, oltre oneri di sicurezza per 60mila 952 ed Iva, per un totale di 3 milioni 527mila 144 euro, a cui vanno aggiunte 1 milione 536mila 107 euro di somme a disposizione. Dei 6,3 milioni del finanziamento, dunque, ne verranno utilizzati 5 milioni 063mila 251, con un’economia di spesa di 1 milione 236mila 748 euro. Adesso la Città metropolitana potrà richiedere al Ministero l’anticipazione del 20% del finanziamento per pagare ai privati l’esproprio dei terreni di Bucalo dove è previsto il Liceo scientifico. Il progetto redatto dall’ingegnere Domenico Calarco e dai geometri Giuseppe Palella, Fortunato Chiesini e Giovanni Martino dell’ex Provincia prevede un edificio con tre corpi a due e tre piani, con 15 aule didattiche e 11 aule speciali, 5 laboratori, uffici e servizi igienici ai vari livelli. I lavori, che inizieranno probabilmente nei primi mesi del 2020, dureranno 18 mesi.

Più informazioni: nuovo liceo santa teresa  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.