Lunedì 25 Maggio 2020
Continua il maltempo. Intervento di Comuni e Città metropolitana sulle strade


Allerta arancione, chiuse le scuole. Frana sulla Sp 19 a Savoca

di Redazione | 14/10/2018 | ATTUALITÀ

5786 Lettori unici

La frana sulla Sp 19 a Savoca

Prosegue l’ondata di maltempo sulla zona jonica e sull’intera Sicilia nord-orientale. La Protezione civile ha confermato fino alle 24 di domani, lunedì 15 ottobre, l’allerta meteo arancione relativamente al rischio idrogeologico e idraulico, con fase operativa di preallarme. I fenomeni previsti sono precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, sulla Sicilia nord-orientale, con quantitativi cumulati da moderati ad elevati, fino a puntualmente molto elevati sui relativi settori jonici; da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, sulle restanti zone, con quantitativi cumulati da deboli a puntualmente moderati. Venti forti settentrionali, con locali raffiche di burrasca, in attenuazione serale. Mari molto mossi il Tirreno e lo Ionio, con moto ondoso in attenuazione. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento. I sindaci consigliano di non permanere nei piani scantinati e seminterrati delle abitazioni, di evitare di uscire di casa se non strettamente necessario, di non transitare e sostare su ponti, argini e strade limitrofe ai corsi d'acqua e a prestare particolare attenzione ai deflussi.

Domani (lunedì 15) scuole chiuse a Letojanni, Gallodoro, Mongiuffi Melia, S. Teresa, Savoca, S. Alessio, Limina, Antillo, Furci, Roccalumera, Pagliara, Mandanici, Nizza, Alì Terme, Alì, Fiumedinisi, Scaletta.

Il maltempo delle ultime ore ha provocato danni e disagi sulle strade: sulla Provinciale 19 S. Teresa-Savoca-Casalvecchio si è verificata una frana proprio sotto l’abitato savocese, 100 metri prima dell’arrivo in paese. Dal costone si sono staccati circa tre metri cubi di terra e massi che sono finiti sulla carreggiata ostruendo la corsia di marcia in direzione mare. Sul posto sono intervenuti gli amministratori con in testa il sindaco Nino Bartolotta, i tecnici comunali che hanno segnalato il pericolo agli automobilisti e il personale della Città metropolitana, con il responsabile Viabilità Jonica Gaetano Maggioloti, per cercare di spostare ai lati dell’arteria i detriti, in attesa dell’intervento di un mezzo meccanico nella giornata di domani. In particolare si teme per la stabilità di una vecchia abitazione del centro storico situata sopra il costone proprio nel punto franato. Altri piccoli smottamenti e caduta massi si registrano lungo tutta la Sp 19. Criticità anche sulla Sp 12 S.Alessio-Limina-Roccafiorita, con piccole frane e massi caduti in strada in località Brisi e Murazzo e all’altezza del Ponte Aranciara, sulla Sp 23 S. Teresa-Misserio e sulla 19bis Misserio-Rimiti.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.