Lunedì 25 Maggio 2020
La pista sarà a servizio del comprensorio. Costi coperti dall’Unione dei Comuni


Affidata la gestione dell’elisuperficie di Roccalumera: “Operativa entro fine estate"

di Andrea Rifatto | 05/07/2016 | ATTUALITÀ

1812 Lettori unici

L'elisuperficie di contrada Carrubara

Ulteriore passo avanti per l’entrata in funzione dell’elisuperficie di Roccalumera, i cui lavori di realizzazione sono stati ultimati il 21 novembre 2014. Nei giorni scorsi il responsabile dell’Area tecnica del Comune, l’arch. Giuseppe Della Scala, ha approvato con propria determina l’affidamento del servizio di gestione della pista di contrada Carrubbara, approvando la proposta formulata dal responsabile del procedimento, l’ing. Salvatore Barbera, che a seguito di una procedura d’appalto con affidamento diretto ha individuato il soggetto che per un anno, per tutto l’arco delle 24 ore, si occuperà di tenere in funzione l’elisuperficie. Il gestore, individuato mediante ricerca di mercato tramite la piattaforma telematica Asmecomm, sarà la ditta Heliservice di Giarratana (Ag), che ha accettato l’incarico negoziando un importo annuo di 5mila 800 euro Iva esclusa. Oltre a garantire l’operatività della struttura, la ditta dovrà inoltre supportare l’Ente nelle attività finalizzate ad acquisire le autorizzazioni per la messa in funzione e l’uso della stessa: per poter aprire l’elisuperficie è infatti necessario il nulla osta amministrativo dell’Enac e l’autorizzazione al volo notturno da parte del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Una volta approvato l‘affidamento del servizio, il titolare dell’Heliservice si attiverà adesso per richiedere quanto necessario così da poter giungere in tempi brevi all’apertura dell’elisuperficie. La spesa verrà coperta grazie alle somme versate al Comune di Roccalumera dall’Unione dei Comuni delle Valli Joniche dei Peloritani, che con delibera del 5 aprile scorso, su iniziativa dell’ex presidente Domenico Prestipino, ha stanziato 6mila 500 euro per mettere in funzione l’elisuperficie, al servizio sia del comune di Roccalumera che dell’intero comprensorio jonico, soprattutto in situazioni di emergenza o particolari necessità.

“Entro la fine dell’estate 2016 la struttura potrà essere finalmente operativa” ha dichiarato nei giorni scorsi il sindaco di Roccalumera, Gaetano Argiroffi, che ha ricordato l’iter seguito per giungere al completamento dei lavori, rivendicando quanto fatto dalla sua Amministrazione. “L’elisuperficie è stata un’altra incompiuta della passata gestione amministrativa, un’altra pesante eredità che avrebbe comportato un ulteriore grave danno alle casse comunali se non avessimo avviato tutti i procedimenti per il completamento dell’opera” – ha rimarcato Argiroffi. L’opera venne finanziata nel gennaio 2011 con 400mila euro giunti dalla Protezione civile grazie ad un programma di rete per la realizzazione di infrastrutture eliportuali. Il progetto esecutivo, approvato dalla Giunta nel novembre 2011, prevedeva una spesa di 492 mila euro, con un cofinanziamento di 92mila a carico del Comune tramite mutuo con la Cassa Depositi e Prestiti. “Mutuo che non venne mai acceso – ha evidenziato l’attuale sindaco – e nonostante ciò vennero affidati i lavori senza la totale copertura finanziaria, tanto che la ditta si vide costretta a sospenderli sia per la mancata somma di 92mila euro che per l’avvenuta scoperta che sopra la pista di atterraggio insistevano i cavi elettrici dell’Enel, che andavano interrati. Per ultimare l’opera e non rischiare di dover restituire il finanziamento abbiamo quindi acceso un mutuo da 160mila euro per completare i lavori, collaudati il 12 febbraio 2015”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.