Giovedì 28 Maggio 2020
Il Cas sollecita tecnici e impresa a concludere le procedure. In avvio tre cantieri


A18, riapertura imminente della galleria S. Alessio. Altri lavori tra Messina e Taormina

di Redazione | 05/04/2018 | ATTUALITÀ

1179 Lettori unici

La galleria S. Alessio

“Ho sollecitato la direzione lavori e l’impresa appaltatrice a concludere tutte le procedure atte a consentire la imminente riapertura in sicurezza della Galleria Sant’Alessio”. A dirlo è oggi il direttore generale del Consorzio per le autostrade siciliane, Leonardo Santoro, insediatosi da pochi giorni al posto di Salvatore Pirrone. La riapertura della galleria lato mare, chiusa dal maggio 2016, era stata preannunciata dai precedenti vertici del Cas per fine febbraio ma la situazione è rimasta immutata con il mantenimento del doppio senso di circolazione nel tunnel della carreggiata in direzione Catania. I lavori sono stati ultimati a metà gennaio ed era stato spiegato come fosse necessario attendere 28 giorni per la maturazione dei getti di calcestruzzo, prima di poter procedere al collaudo delle opere. Ma la riapertura al transito neanche l’ombra.

Gli altri lavori. L’ing. Santoro, a conclusione di un briefing con i tecnici del Consorzio sullo stato dei lavori portati a compimento nelle autostrade Messina-Palermo, Messina-Catania e Cassibile-Rosolini e di quelli in corso d’opera ed in programmazione, ha disposto l’immediato avvio di alcuni interventi da eseguire nella Messina-Catania e specificatamente, in entrambe le direzioni di marcia tra la Barriera Messina/Tremestieri e lo svincolo di Taormina. Tutti gli interventi saranno eseguiti in presenza di traffico, in orario diurno che notturno. Si interverrà con il ripristino di tratti saltuari di pavimentazione (fine lavori 13 aprile), sostituzione delle barriere incidentate (fine lavori 1 giugno) e rifacimento della segnaletica orizzontale e verticale (fine lavori 1 giugno). Per eseguire tutti gli interventi sarà necessario parzializzare la carreggiata chiudendo, di volta in volta, la corsia di emergenza, marcia e sorpasso. Viabilità con limite di velocità di 60 km/h e divieto di sorpasso. Negli svincoli il limite scende a 40 km/h. “Sono lavori necessari per la messa in sicurezza della tratta – ha evidenziato Santoro – e vogliamo approfittare del bel tempo per realizzarli. Una scommessa per liberare nel periodo estivo il maggior numero di cantieri, dando una diversa visibilità alla Messina Catania”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.