Mercoledì 17 Luglio 2024
L'Amministrazione stanzia le somme per le festività. Fissate tre accensioni nelle piazze


A Taormina un Natale da 300mila euro: alberi, luminarie e fontane per un’atmosfera unica

di Andrea Rifatto | 29/11/2023 | ATTUALITÀ

2054 Lettori unici

Luminarie già installate e accese

Luci, alberi, fontane e spettacoli, per celebrare le festività di fine anno in grande stile. Taormina si prepara a regalare a cittadini e turisti un’atmosfera unica, con un impegno non indifferente soprattutto a livello economico. L’Amministrazione del sindaco Cateno De Luca ha infatti stanziato 300mila euro per addobbi, installazioni e organizzazione di eventi, “per abbellire la città - viene spiegato nei provvedimenti adottati dalla giunta - e incentivare l’attività di enti e associazioni culturali impegnati nella salvaguardia della cultura e delle tradizioni locali, sia nel centro storico che nelle frazioni, in modo da renderla accogliente per i visitatori”. Le luminarie, installate da una ditta campana per una spesa di 92mila 707 euro, sono state già accese e illuminano il corso Umberto e le vie Teatro Greco, Di Giovanni e Pirandello, accompagnate da installazioni su torre dell’orologio, piazza IX Aprile, Palazzo Corvaja, Duomo e Villa Comunale, oltre che nelle frazioni Trappitello, Bruderi, Chianchitta e Mazzeo. Già stilato il programma di accensione degli alberi di Natale: si parte il 7 dicembre nel centro storico in piazza IX Aprile (ore 18), poi l’8 dicembre in piazza Falcone e Borsellino a Trappitello (18.30) e il 9 dicembre in piazza Pablo Pino a Mazzeo (18.30). Ad occuparsi degli eventi e dell’organizzazione degli allestimenti è l’assessore al Turismo e allo Spettacolo, Jonathan Sferra. 

“Ho fatto una breve ricerca sugli investimenti di altre località turistiche italiane - ha spiegato Sferra - e ad esempio Positano spende 140.000 euro per il villaggio di Babbo Natale, 140mila euro per tre alberi e 20mila euro di promozione, arrivando a 300mila euro senza calcolare le luminarie. Noi stiamo stanziando le somme tenendo conto anche anche dei 300mila euro che arriveranno dalla Regione, grazie all’emendamento presentato all’Ars da Cateno De Luca nella qualità di deputato per assegnare fondi ai comuni in dissesto con oltre 500.000 presenze turistiche l’anno. Ci apprestiamo a fare un grande Natale - sottolinea l’assessore - e faremo un investimento per l’albero in piazza IX Aprile (giardino verticale, doppio tunnel multicolore emozionale, vasche di contenimento, aiuole e tappeto erboso) e per le fontane che in passato venivano noleggiate, soldi che in qualche modo si buttavano via mentre noi le acquisteremo e resteranno alla città per essere usate nei prossimi anni”. Previsti abeti natalizi anche a Mastrissa e Bruderi, piante nelle aiuole cittadine e filodiffusione per le vie del centro storico e nella villa comunale. Il programma degli eventi è stato già approvato dall’Amministrazione e prevede appuntamenti dall’1 dicembre al 6 gennaio.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.