Lunedì 23 Maggio 2022
Amministrazione premiata a Roma: a ritirare il riconoscimento il vicesindaco


100 Mete d'Italia, Roccalumera tra le eccellenze per i servizi sociali

11/12/2018 | ATTUALITÀ

1110 Lettori unici

Il vicesindaco Asmundo con il riconoscimento

Anche Roccalumera ha ottenuto il Premio 100 Mete d'Italia, organizzato da Dell’Anna Eventi in collaborazione con la casa editrice Rde, che si propone di dare valore alle migliori esperienze realizzate dalle Pubbliche Amministrazioni per il miglioramento concreto della qualità della vita dei cittadini, in un'ottica di sostenibilità e di promozione della cultura; un premio a quelle comunità che hanno saputo sviluppare un'idea di futuro originale e autentica, senza mai perdere il contatto con le origini legate alle radici del luogo. Nella prestigiosa Sala Koch di Palazzo Madama, sede del Senato della Repubblica, la cittadina jonica ha ricevuto il riconoscimento per la sezione Melograno, che raggruppa le località italiane che hanno saputo distinguersi per aver messo in atto importanti azioni di solidarietà a sostegno di famiglie disagiate, anziani, disabili, bisognosi di cure, incentivando l’associazionismo e le iniziative condotte da organizzazioni no profit per favorire l’inclusione sociale e l’integrazione. Alla cerimonia ha partecipato il vicesindaco e assessore ai Servizi sociali Miriam Asmundo che ha voluto condividere l'ambito riconoscimento con tutti i concittadini, con la squadra capitanata dal sindaco Gaetano Argiroffi, nonché con l'Ufficio dei Servizi sociali ed in particolar modo con le dipendenti Angelica Caspanello e Antonella Scarcella. Il Premio 100 Mete d'Italia è un riconoscimento che ha un forte valore simbolico e vuole premiare le mete d’eccellenza che in Italia hanno saputo mettere in pratica azioni volte alla valorizzazione del patrimonio agroalimentare, storico, artistico, culturale, artigianale e manifatturiero, enogastronomico, turistico, che hanno adottato politiche legate alla tutela dell’ambiente e del paesaggio, alla trasparenza amministrativa e alla legalità, al sostegno di famiglie con attenzione alle situazioni di disagio sociale, che abbiano saputo incentivare la coesione della collettività attraverso l’organizzazione di manifestazioni teatrali, culturali, artistiche, agonistiche.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.