Sabato 22 Settembre 2018
Discarica a cielo aperto con rifiuti di ogni genere gettati da incivili di più comuni


Torrente Savoca, la scarpata della vergogna a monte di S. Teresa - FOTO

di Andrea Rifatto | 15/02/2018 | AMBIENTE

895 Lettori unici | Commenti 2

I rifiuti abbandonati sotto la strada

Spazzatura, inerti, ingombranti, rifiuti speciali. Una vera e propria discarica a cielo aperto a ridosso del torrente Savoca, a poche decine di metri dalle abitazioni della frazione collinare Misserio di S. Teresa di Riva. Uno spettacolo vergognoso quello a cui si assiste percorrendo la Strada provinciale 19bis Misserio-Rimiti, subito dopo l’uscita dalla frazione santateresina e a pochi passi dall'icona dedicata alla Madonna del Tindari. È il risultato dell’azione indegna di persone incivili, che transitando lungo l’arteria scaricano rifiuti lungo la scarpata sottostante, fino a far rotolare ogni genere di materiale inquinante nel letto del torrente. Gesti compiuti sicuramente da residenti a S. Teresa ma anche da abitanti nelle frazioni San Carlo, Misitano, Rimiti e altre borgate montane del comune di Casalvecchio e dalla frazione Artale di Furci, che transitano sulla Sp 19bis e pensano di poter agire indisturbati sbarazzandosi dei propri scarti in questo modo. Troppo complicato per tutti loro, evidentemente, rispettare le regole e smaltire correttamente i rifiuti seguendo le modalità di raccolta differenziata adottate nei rispettivi comuni di residenza. Più facile scaricare tutto nel torrente, secondo una barbara usanza ancora in voga tra quei residui gruppi di incivili e ignoranti che non rispettano l’ambiente, senza rendersi conto di fare un torto a se stessi e ai propri figli. Per dare una risposta ferma è necessario che il Comune di S. Teresa si attivi per bonificare quella scarpata che sovrasta il torrente Savoca, in modo da far capire che i trasgressori non possono sempre averla vinta, e preveda poi delle opportune azioni di sorveglianza, magari di concerto con la Polizia metropolitana, non trascurando la possibilità di installare una telecamera di videosorveglianza, o quantomeno una fototrappola in tempi celeri, proprio in quel punto della Sp 19bis, così da beccare e sanzionare gli incivili e far capire loro l’enorme danno che stanno creando dando vita a queste discariche incontrollate lungo il territorio.



COMMENTI

orazio spadaro | il 16/02/2018 alle 09:23:33

la discarica di cui parlate e oggetto degli abitanti di misserio che usufruiscono della differenziata nè di quelli di artale , s. carlo o misitano perche non c'è differenziata, e se si guarda di fronte nel comune di furci siculo nè hanno creata un' altra ,inerti e perfino acqua della lavorazione delle olive.

Un Misseriotu!!!! | il 09/05/2018 alle 20:28:27

Molto facile dire che tt quella immondizia viene buttata da persone delle frazioni a monte di Misserio, quando invece quella sporcizia li viene buttata da persone di Misserio stesso , soprattutto da proprietari di attività commerciali , quindi nn possiamo farci niente se misserio e abitata da gente incivile!!!!

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.