Venerdì 21 Settembre 2018
Salgono le percentuali: ordinanza del sindaco per migliorare raccolta e controlli


Savoca, nuove regole per incrementare la differenziata: tariffe per premiare i virtuosi

di Andrea Rifatto | 18/06/2018 | AMBIENTE

1461 Lettori unici

I controlli durante la raccolta porta a porta

Nuove disposizioni a Savoca per incrementare le percentuali di raccolta differenziata, soprattutto alla luce degli ultimi stringenti provvedimenti adottato dal governo regionale. Secondo i dati forniti al Comune dall’Ato Me4, a maggio si è arrivati al 40,18%, contro il 26,63% di aprile. Un dato confortante a testimonianza dell’efficacia delle attività di sensibilizzazione, vigilanza e controllo avviate dal mese scorso. Nonostante il superamento della soglia limite del 35% che dovrebbe mettere al riparo l’Ente dai previsti costi aggiuntivi per il trasferimento fuori regione dei rifiuti, l’Amministrazione comunale del sindaco Nino Bartolotta ha ritenuto di varare ulteriori disposizioni per l’implementazione della differenziata, messe nere su bianco in un’ordinanza. “Differenziare è un’esigenza ambientale e di decoro urbano prima ancora che economica – spiega il primo cittadino – ci sono tanti utenti che differenziano bene, ma altrettanti che non lo fanno per cui puntiamo ad istituire la tariffa puntuale e/o volumetrica in quanto riteniamo sia uno dei pochi strumenti concreti per premiare ed abbassare la Tari per gli utenti virtuosi a discapito di chi non lo è”.

Il provvedimento ordina in particolare ai cittadini di conferire esclusivamente in forma differenziata mediante gli appositi contenitori: qualora non sufficienti, fatta eccezione per la frazione organica/umida, è consentito l’utilizzo di sacchi in Ldpe o similari che dovranno essere posizionati insieme al contenitore al fine di rendere nota la provenienza del rifiuto e l’identificazione dell’utente; la frazione organica/umido dovrà essere conferita esclusivamente mediante l’utilizzo di idonei sacchetti della tipologia biodegradabile/compostabile; agli operatori addetti alla raccolta è fatto divieto di ritirare la frazione organica/umido presso gli utenti che hanno aderito al compostaggio domestico; i rifiuti ingombranti dovranno essere conferiti dall’utente al Ccr dell’Ato Me4 di Furci concordando il prelievo a domicilio allo 0942/791342. Permane ovviamente il divieto di abbandono e deposito incontrollato di rifiuti sul suolo e nel suolo, nonché, di conferimento in modalità diversa dalle disposizioni, fatto salvo eventuale diverso conferimento idoneamente autorizzato nelle forme di legge.

Oltre ad intensificare le attività di controllo del servizio di raccolta differenziata e dei fenomeni di abbandono dei rifiuti con la Polizia municipale, prioritariamente nelle giornate di raccolta dei rifiuti “secco non riciclabile/indifferenziato” e della frazione “organica/umido”, il Comune ha distribuito all’utenza (in aggiunta ai contenitori per la differenziata) i sacchetti biodegradabili/compostabili per il conferimento della frazione organica/umido. Si punta soprattutto ad implementare il compostaggio domestico, estendendo tale opportunità anche agli esercizi commerciali di somministrazione al pubblico di bevande ed alimenti (che più di altri producono la frazione organica). Gli stessi potranno usufruire di compostiere collettive e, in assenza di siti idonei di loro proprietà, potranno posizionare le compostiere anche in altri siti e, qualora disponibili, anche comunali previo accordo convenzionale con il comune. Inoltre si punta ad istituire la “tariffa puntuale” mediante la pesatura dei rifiuti indifferenziati prodotti dalla singola utenza domestica o, in alternativa, la tariffa volumetrica mediante la quantificazione del volume prodotto dalla singola utenza domestica a seconda del numero di sacchi ritirati o del numero di svuotamenti dei contenitori.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.