Lunedì 21 Settembre 2020
Passeggiata ecologica per ripulire l'arenile promossa dall'Amministrazione


S. Teresa, raccolte 3.000 cicche sulla spiaggia: ai volontari in cambio una granita - FOTO

di Andrea Rifatto | 13/09/2020 | AMBIENTE

592 Lettori unici | Commenti 1

I volontari impegnati nella raccolta

Passeggiata ecologica ieri mattina sulla spiaggia di Santa Teresa, promossa dall’Amministrazione comunale con l’assessore all’Ambiente, Gianmarco Lombardo, per ripulire l’arenile dalle cicche di sigarette lasciate dai bagnanti irrispettosi dell’ambiente o trasportate dal mare. All’iniziativa, denominata “un bicchiere di cicche lo raccogli tu e un bicchiere di granita lo offriamo noi”, hanno preso parte lo stesso Lombardo (con il collega di giunta Domenico Trimarchi) affiancato da cinque cittadini, di cui due provenienti da Catania, muniti di guanti e bicchieri biodegradabili. Al termine del giro, iniziato sull’arenile a Barracca e terminato a Bucalo, sono stati raccolti 100 bicchieri per un totale di circa 3.000 mozziconi e i volontari che hanno ripulito la spiaggia sono stati premiati con granite e brioche offerte dall’Amministrazione e degustate in spiaggia. “Un modo simpatico di prendersi cura dell’ambiente e di salutare in compagnia l’estate - commenta l’assessore Lombardo -  e anche per chiedere perdono ad una natura sempre più arrabbiata verso l’essere umano che la maltratta senza dignità. Un immenso grazie a tutti coloro che hanno voluto dare un piccolo contributo di tempo e un grazie speciale a Salvatore e Vincenzo, che sono partiti alle 6 da Catania per essere a Santa Teresa ad aderire a questa giornata ecologica. La comunità ringrazia per l’impegno”. Le cicche di sigaretta lasciate nella sabbia impiegano da 5 a 12 anni per decomporsi e hanno al loro interno sostanze tossiche che, una volta arrivate a contatto con l’acqua, costituiscono sono un serio pericolo per le specie marine che possono scambiarli per cibo. Dunque basterebbe usare i posaceneri portatili, forniti anche dal Comune, per evitare di inquinare l’ambiente.



COMMENTI

Massimo | il 13/09/2020 alle 22:00:49

Iniziativa lodevole ma debbo dire non esemplare se le persone sono zozze bisognerebbe multarle scrivere delle regole far pagare a questi animali rozze zozze i l'inquinamento che creano . ai volontari un bel applauso ma ci sono tante cose da fare non pulire dove questi balordi sporcano !!

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.