Sabato 20 Ottobre 2018
Presentato il portale del Comune: ogni utente vedrà il proprio comportamento


S. Teresa, differenziata a portata di click: premi per i cittadini più virtuosi

di Andrea Rifatto | 31/05/2018 | AMBIENTE

1041 Lettori unici

Cicala, Sturiale Lo Giudice, Lombardo, Sturiale, Dominici

Il comportamento di ogni singolo utente a portata di click per ciò che riguarda la raccolta differenziata dei rifiuti. Lo permette il nuovo portale web realizzato dal Comune di S. Teresa di Riva e presentato ieri mattina dall’Amministrazione comunale nel corso di una conferenza stampa al Palazzo della Cultura-Villa Crisafulli Ragno. Presenti il sindaco Danilo Lo Giudice, l’assessore all’Ambiente Gianmarco Lombardo, l’esperto del sindaco in materie ambientali Pippo Sturiale, la presidente del Consiglio Domenica Sturiale, i consiglieri Anna Dominici e Mariella Di Bella e il componente dello staff del sindaco Roberto Cicala, ideatore del portale. La sezione web, illustrata da Cicala nei dettagli tecnici, è raggiungibile all’indirizzo http://www.comune.santateresadiriva.me.it/raccoltadifferenziata/ e all’interno contiene in un database i dati anagrafici delle singole utenze Tarip (tariffa rifiuti puntuale), i codici identificativi a barre dei kit per la raccolta differenziata, l’elenco dei conferimenti giornalieri con il porta a porta e al Centro comunale di raccolta e le statistiche di raccolta differenziata corredate da grafici. Possono accedere al portale solo gli utenti iscritti nella lista di carico del ruolo Tarip che nella bolletta di saldo dell’anno 2017 contenente la terza rata hanno ricevuto le credenziali di accesso provvisorie, che permettono di continuare la registrazione al portale web. Fondamentale, è stato ribadito, è esporre il contenitore pieno, in quanto il calcolo viene fatto sul volume e non su peso: quindi se un cittadino mette in strada un bidoncino riempito parzialmente, pagherà comunque per l’intero volume del contenitore (30 litri).

“Uno strumento innovativo, credo l’unico in Sicilia e tra i pochi esistenti in Italia – ha evidenziato il sindaco – per far sì che i cittadini possano vedere i propri comportamenti e correggere eventuali errori commessi con il porta a porta”. Il sito mette in evidenza soprattutto le percentuali di differenziata raggiunte annualmente e il numero dei conferimenti annuali di rifiuto secco, che sono quelli che determinano l’ammontare della quota variabile della tariffa rifiuti e che dunque devono essere tenuti sotto controllo dai cittadini per evitare di superare le soglie oltre le quali si paga un surplus di 4 euro ogni conferimento del bidoncino. Sul web è possibile anche conoscere i propri conferimenti al Ccr, da cui derivano per gli utenti dei punti, accumulati sulla card distribuita a maggio 2016, assegnati per i rifiuti in carta, cartone e plastica. Punti che finora sono rimasti “fermi” senza che i cittadini abbiano potuto sfruttarli. “I punti regaleranno delle premialità nei servizi comunali – ha spiegato adesso Lo Giudice – come ad esempio sconti alla casa dell’acqua, sulla retta dell’asilo nido, sui gratta e sosta per le strisce blu e per la mensa scolastica. Inoltre stiamo pensando di regalare ulteriori premialità alle prime dieci utenze che portano i loro rifiuti al Centro di raccolta”. “Il portale web costituisce un passo avanti della strategia porta a porta – ha aggiunto Lombardo – adesso puntiamo ai rifiuti zero o quantomeno a una sensibile riduzione dell’indifferenziato, così da aumentare i comportamenti virtuosi e allo stesso i risparmi in bolletta”. L’esperto Sturiale, che è anche componente del Comitato Jonico Beni Comuni, ha suggerito  di estendere l’assegnazione dei punti al Ccr anche alle altre tipoligie di rifiuti (abbigliamento, ingombranti) e ha invitato i cittadini a seguire le buone pratiche per ridurre la produzione di rifiuti indifferenziati, utilizzando ad esempio i pannolini lavabili al posto dei classici usa e getta. Proprio per i pannolini lavabili il Comune lo scorso anno ha stanziato 5mila euro per assegnare un bonus alle famiglie che ne fanno richiesta, ma in Municipio solo giunte solo due istanze.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.