Sabato 31 Ottobre 2020
Convegno organizzato a Savoca dall’Associazione Agronomi per illustrare problemi e soluzioni future


L’olio di oliva patrimonio della riviera jonica

18/07/2015 | AMBIENTE

1645 Lettori unici

L'incontro al Centro Filarmonico

Il borgo di Savoca ha ospitato nei giorni scorsi, al Centro Filarmonico, il convegno “La riviera jonica: olivicoltura di qualità”, organizzato dall’Associazione dei Dottori in Scienze agrarie e Scienze forestali di Messina (Adaf) e patrocinato dall’Ordine dei Dottori agronomi e forestali di Messina, allo scopo anche di mettere al corrente gli operatori del settore circa le possibilità di finanziamento e di gestione sostenibile delle colture. L’evento è stato moderato dal segretario Adaf, dott. Emanuele Triolo, che ha introdotto i relatori con una considerazione molto attenta e accurata sul territorio, sottolineando le difficoltà territoriali del comparto agricolo, in particolar modo del settore olivicolo, costituite principalmente dalla difficile orografia, dall’elevata frammentazione della proprietà fondiaria e dal fenomeno della polverizzazione. Ostacoli, come evidenziato dal dott. Triolo, che possono essere superati attraverso l’associazionismo tra le imprese, che determina di certo una riduzione dei costi di produzione e un maggior potere contrattuale sul mercato, con la prospettiva di creare un marchio di qualità territoriale. A seguire ha preso la parola il dott. Graziano Corno, responsabile dell’Unità Operativa–Interventi per il controllo fitosanitario e del settore vivaistico di Messina, che ha illustrato le emergenze fitosanitarie relative al comparto olivicolo, ponendo l’attenzione sul caso Xylella fastidiosa, batterio patogeno che colpisce gli ulivi portando al disseccamento della pianta, come già avvenuto in numerosi uliveti nel Salento. Il dott. Corno ha spiegato le possibili misure di contenimento e di prevenzione messe in atto per far sì che la Sicilia rimanga indenne da questo problema. Sulla base di ciò, è stato anche ribadito come la collaborazione con il Servizio fitosanitario da parte di agronomi e imprese agricole sia essenziale per continuare a garantire gli elevati standard di sicurezza e prevenzione messi in atto fino ad ora. Sulla stessa scia il presidente dell’Ordine degli agronomi, dott. Felice Genovese, che ha discusso delle proprietà nutraceutiche e nutrizionali dell’olio d’oliva, caratteristiche che lo rendono il fulcro della tanto celebre dieta mediterranea. Al presidente è stata rivolta una nota di merito per aver consentito, grazie alla collaborazione con colleghi e docenti universitari, l’attivazione del Master in Nutraceutica presso il Polo Universitario di Medicina di Messina, aperto anche ai colleghi agronomi. Ha preso poi la parola Nino Todaro, proprietario di un frantoio nel comune di Savoca, facendo un’attenta disamina sulla gestione della raccolta, sul trattamento delle olive e sulle tecniche di trasformazione per ottenere un prodotto finito di elevata qualità. Todaro ha evidenziato quelle che sono le pratiche comuni, talvolta sbagliate, che legano la campagna, il frantoio e il mercato, fino al raggiungimento dei consumatori finali. Dall’accurata spiegazione è venuto fuori che spesso cultura e tradizioni, senza nessun fondamento scientifico alla base, portino a produrre un olio di bassa qualità. Proprio per evitare ciò, presso il frantoio savocese viene organizzata ogni anno la manifestazione “Frantoio in Festa”, con il coinvolgimento anche delle scuole, così da creare delle vere e proprie campagne di sensibilizzazione per far prendere consapevolezza delle eccellenze alimentari territoriali. Ha concluso i lavori il dott. Salvatore Bottari, attento conoscitore del territorio, dirigente dell’Ufficio Servizio Agricoltura di Messina (ex Ipa di Messina), che ha parlato diffusamente dello stato di attuazione della passata programmazione finanziaria relativa al Psr 2007-2013 e delle nuove prospettive con l’approvazione del Psr Sicilia 2014-2020. Sono poi state rese le “cifre” delle misure studiate ad hoc per il territorio di Messina, frutto di una costante e sinergica collaborazione con professionisti, rappresentanti di categoria e imprenditori. L’Adaf, Associazione dei Dottori in Scienze agrarie e Scienze forestali di Messina, ha voluto porgere un particolare ringraziamento al sindaco di Savoca, Nino Bartolotta, al vicesindaco Pippo Trimarchi, ai consiglieri e a tutta l’amministrazione per l’impegno e la disponibilità dimostrata per la buona riuscita dell’evento.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.