Lunedì 26 Ottobre 2020
Attivato dopo un lungo iter il distributore installato davanti Furci Verde


Inaugurata la casa dell’acqua di Furci: virtuosi con meno plastica e più risparmio - FOTO

di Andrea Rifatto | 18/11/2019 | AMBIENTE

2747 Lettori unici

La cerimonia di inaugurazione

Anche Furci Siculo ha la sua casa dell’acqua. Questa mattina è stata infatti inaugurata la “Casa blu”, il distributore di acqua liscia e gassata, installato nello spazio antistante la villa comunale “Furci Verde”, che consentirà ai cittadini di prelevare il prezioso liquido alla spina diminuendo quindi il consumo di plastica, visto il ridursi dell’acquisto di acqua in bottiglia, con un risparmio economico e allo stesso vantaggi per l'ambiente. Alla cerimonia, svoltasi nell'ambito delle iniziative per la Settimana europea sulla riduzione dei rifiuti, erano presenti il sindaco Matteo Francilia e i componenti della sua amministrazione; Francesco Maugeri, titolare della Fonte Nuova, ditta che ha installato la casa dell’acqua in concessione per 7 anni; la funzionaria del Dipartimento regionale Acqua e Rifiuti Melania Nicita; gli studenti delle scuole furcesi con gli insegnanti e la dirigente scolastica Mirella Guta; i Carabinieri della Stazione di S. Teresa con il comandante Maurizio La Monica, la Polizia locale e diversi cittadini. Un taglio del nastro arrivato al termine di un lungo iter iniziato oltre tre anni fa dalla precedente amministrazione, poi una serie di passaggi burocratici per ottenere le autorizzazioni dagli enti competenti, seguiti dalla nuova insediatasi nel 2018, fino all’inaugurazione di oggi. L’acqua ha un costo di 4 centesimi al litro per quella liscia e 6 centesimi al litro per quella gassata: per accedere al distributore, attivo h24 e utilizzatile da residenti e non residenti, bisognerà attivare una scheda ricaricabile acquistabile in due esercizi commerciali di Furci (Cartolibrando e Tabacchi Giuffrè) al costo di 5 euro (con 3 euro di credito). Per la prima settimana, da oggi a domenica 24, i possessori della card potranno usufruire del servizio gratuitamente. Il distributore, realizzato in legno e abbellito sul prospetto principale con un disegno realizzato dagli studenti della scuola primaria furcese, erogherà acqua dalle caratteristiche oligominerali sottoposta a filtratura e trattamenti per eliminarne i sali minerali.

“Finalmente ce l’abbiamo fatta dopo un lungo iter – ha commentato il sindaco Matteo Francilia – grazie alla casa dell’acqua avviamo anche un’importante sinergia con le nostre scuole per sensibilizzare gli studenti a ridurre l’uso della plastica e rispettare l’ambiente. Dalla scuola parte tutto e ringrazio gli studenti per aver reso la casa blu ancora più meravigliosa con il loro disegno. Questa iniziativa non può che essere un elemento per far sì che Furci diventi un comune virtuoso” ha detto il primo cittadino, annunciando anche che mercoledì prossimo sarà avviato il servizio di mensa scolastica. La dirigente Guta ha evidenziato come sia importante la collaborazione tra la scuole e le istituzioni civili e militari nel segno della fiducia reciproca, mentre Nicita ha ricordato come la riduzione della plastica sia fondamentale per combattere l’inquinamento, vera emergenza soprattutto per il nostro mare, e sia necessario eliminare l’acquisto di acqua imbottigliata. A tagliare il nastro, dopo l'esposizione dei lavori realizzati am scuo,a dagli studenti sul tema dell'acqua, sono stati il sindaco Francilia e la dirigente Guta, che hanno dato il via all’erogazione dell’acqua. Il Comune si è impegnato a non affidare ad altri soggetti, per i prossimi sette anni, l’installazione di altre case dell’acqua su tutto il territorio comunale.



COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.