Mercoledì 13 Dicembre 2017
Successo sul Cerignola al Palabucalo: tre punti e secondo posto in classifica


Volley, l'Amando torna alla vittoria. Rigano: "La dedico al pubblico"

26/11/2017 | SPORT

332 Lettori unici

Le giocatrici festeggiano il successo (foto Eleonora Ferraro)

“Dedico la vittoria al pubblico di S. Teresa che mi ha sempre portato rispetto”. Sono le parole di Natale Rigano al termine della gara vinta dalla VillaZuccaroSchultze al Palabucalo contro la Pallavolo Cerignola, battuta per 3-1 nella settima giornata del campionato di Serie B2 femminile. Per il direttore tecnico dell’Amando Volley S. Teresa, in panchina nelle vesti di traghettatore dopo l’esonero di Luana Rizzo, un successo arrivato nella “sua” palestra, in quel luogo dove ha collezionato trionfi a iosa portando in alto il nome del centro rivierasco. Il proscenio a fine match è tutto per lui, da sempre schivo alle luci della ribalta, che si è concesso a stento ai microfoni dei giornalisti presenti dopo aver preso a cuore le sorti della squadra pur tra tante problematiche personali, mettendosi a disposizione della società. La gara ha avuto due volti come spesso è capitato in questa stagione ma i tre punti finali regalano di nuovo alla formazione jonica il secondo posto nella classifica del girone I con 16 punti, dietro la Cofer Lamezia a 19. Nel primo parziale le padroni di casa sono rimaste con la testa ancora alla sconfitta rimediata la scorsa settimana al Palaspedini di Misterbianco contro la Kondor Catania e hanno lasciato campo libero alle pugliesi; negli altri tre la riscossa con un match che a tratti prendeva le sembianze quasi di una amichevole eccetto la prima parte del quarto parziale. Rigano parte con Pietrangeli ancora ai box e Floriana Cosentino in campo. Per il resto le solite sei con Rania ed Escher in P4, Cassone e Richiusa centrali, Bertiglia fuori mano e Caruso in regia. Sull'altro fronte Filannino deve rinunciare alla centrale Giancane infortunatasi nell'allenamento di rifinitura e adatta la palleggiatrice Bruna Catalano in quel ruolo. In regia va la seconda Teresa Frante. Mancuso e Ameri sono le bande con Bisceglie opposto. Libero Rubino.

Il primo set e l'approccio alla gara è traumatico. Giocatrici di casa in bambola, evidente lo stato di choc, le biancazzurre  in pochi minuti si trovano sul 14-24. Inizia su quel punteggio la gara per Rania e compagne che prima realizzano un break di 5-0 e cedono il set sul 20-25 e poi partono a spron battuto nel secondo portandosi sul 9-6. L'infortunio del capitano ospite Mancuso scombussola i piani del tecnico pugliese che non riesce più a tenere in piedi la squadra nonostante i tentativi operati. Cresce S. Teresa, battuta più incisiva, Rania comincia a difendere da par suo e si comincia a intravedere qualche raid offensivo sulle direttrici centrali con Federica Cassone sugli scudi, doppia cifra per lei a fine gara. Si chiude sul 25-13 con Maria Cristina Gambadoro che subentra in servizio.  Il terzo parziale è la continuazione del secondo e non servono a nulla gli spostamenti tattici del tecnico del Cerignola che riporta Catalano in palleggio. La scossa data da Rigano tra il primo ed il secondo tempo di gioco continua a produrre i frutti sperati. Il gioco si fa fluido, entra sul 10-3 Martina Rapisarda in luogo di Selene Richiusa e ben si destreggia tanto da rimanere in campo sino alla fine. Martina Escher (top scorer con 15 marcature) griffa il 25-10 e decreta il momentaneo 2-1. Nella quarta frazione di gioco parte avanti la VillaZuccaroSchultze sino al 5-2. Un favorevole turno di battuta con Alessia Ameri, che la spinge vicino la linea di fondo, regala un break di 0-6 alle ospiti che ribaltano la situazione e prendono fiducia. S. Teresa si riporta sul pari (12-12) e poi allunga sino al 18-14. Sul 21-16 ancora a sfruttare il turno in battuta della Gambadoro. Chiude un muro di Federica Cassone per il 25-19 ed il 3 a 1 conclusivo. Il finale è la festa degli Eagles e del folto pubblico presente che tutto in piedi canta per la vittoria delle proprie beniamine. Prima dell’incontro le due società hanno partecipato alla campagna di sensibilizzazione contro il femminicidio e ogni genere di abuso in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne: simbolicamente le due capitane hanno passato due scarpette rosse a due bambine. Da due donne a due future donne, un passaggio di testimone, nel segno del coraggio e della continua lotta per la libertà di genere. In settimana potrebbe essere ufficializzato il nuovo allenatore: la società sta vagliando una rosa di nomi e scioglierà la riserva nei prossimi giorni. Si torna in campo domenica 3 dicembre in trasferta a Bari contro la Prisma Asem.


TABELLINO

VILLA ZUCCAROSCHULTZE - PALLAVOLO CERIGNOLA 3-1 (20-25, 25-13, 25-10, 25-19)  

VILLAZUCCAROSCHULTZE: Rania 8, Caruso 4, Richiusa 1, Escher 15, Cassone 10, Bertiglia 13, Cosentino (L), Rapisarda 4, Gambadoro, Glorioso, Pietrangeli. All.: Rigano  

PALLAVOLO CERIGNOLA: Ameri, Frate, Catalano, Mancuso, Tralli, Bisceglia, Rubino (L), Pinto, Aurora, Chiara. All. : Filannino

Arbitri: La Mantia e Caltagirone

Più informazioni: amando volley s. teresa  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.