Mercoledì 18 Ottobre 2017
Presentata la società che disputerà la B2 femminile con il nome di Roccalumera


Ecco Amando Volley S. Teresa: il progetto e i primi colpi: "Professionalità e trasparenza"

di Andrea Rifatto | 11/08/2017 | SPORT

960 Lettori unici

Santarelli, Anzalone, Giorgianni, Lama, Coco, Rizzo e D'Andrea

Professionalità, trasparenza, serenità e programmazione, mettendo al primo posto lo sport e le emozioni che esso sa regalare per un progetto che coinvolga il territorio, rimanendo però con i piedi per terra. Si è presentata così la nuova società di pallavolo Amando Volley S. Teresa di Riva, nata per volontà di un gruppo di ex dirigenti e soci del Santa Teresa Volley che hanno deciso di “mettersi in proprio” e dare vita ad un nuovo sodalizio sportivo, non condividendo più le scelte dei vertici della società nata nel 2014. Una nuova realtà che ha deciso di disputare subito il campionato di Serie B2 femminile acquisendo un titolo in Campania, operazione che ha comportato il coinvolgimento di una società iscritta alla Federazione Volley da almeno due anni, ossia la Pallavolo Roccalumera di Pippo Giorgianni, che farà da società locomotrice fino a giugno 2018, quando Amando Volley S. Teresa manderà in campo la formazione di punta con il proprio nome e non più con quello di Roccalumera. Nel frattempo l’organigramma della società roccalumerese ha dato spazio ai nuovi quadri dirigenti provenienti da S. Teresa. Presidente è stato scelto Andrea Lama, vicepresidente e direttore generale Fabio Coco, consiglieri Rosaria Cundari, Danilo Arena, Antonio Fascetto e Francesco Sindoni, responsabili marketing Antonio Fascetto e Tonino Cordaro. Giorgianni sarà consulente tecnico. Il logo di Amando Volley S. Teresa raffigura una colomba che abbraccia un pallone di pallavolo. La catanese Luana Rizzo, lo scorso anno a Modica sempre in B2, è stata scelta come allenatore del team di B2, mentre Nicola D’Andrea, tecnico di Messina, si occuperà del settore giovanile e del minivolley.

A presentare il progetto è stata Maria Grazia Allegra, vecchia gloria del volley santateresino. “Vogliamo portare in alto il nome di S. Teresa con un progetto lucido, per dare l’esempio di come si fa sport, senza alzare i toni e senza strani grilli per la testa – ha detto l’ex giocatrice. Il risultato sportivo è certamente importante ma viene dopo il divertimento, alla base del nostro movimento”. Fabio Coco, spiegando come vi sia stata subito intesa con Luana Rizzo, ha annunciato i primi colpi di mercato: Benedetta “Benny” Bertiglia, opposto protagonista della promozione dello scorso anno in A2 del Santa Teresa Volley; la palleggiatrice Carlotta Caruso, anche lei rimasta nella cittadina jonica; Floriana Cosentino, libero che ha fatto parte della formazione che ha ottenuto la promozione in B1; al centro la palermitana Selene Richiusa, in regia la giovane Alessia Glorioso proveniente dalla Pallavolo Sicilia Catania. “Il nostro vuole essere un progetto comprensoriale che coinvolga il pubblico da Capo Alì a Capo Sant’Alessio” ha aggiunto Coco, ipotizzando anche l’istituzione di un servizio navetta per consentire ai tifosi di raggiungere più facilmente S. Teresa, dove si disputeranno le gare casalinghe. Non è inosservata alla presentazione la presenza di Natale Rigano, che a breve potrebbe ufficializzare il suo ruolo operativo all’interno della nuova società. A S. Teresa sono giunti anche il dirigente nazionale Fipav, Gaetano Anzalone, e il presidente provinciale Alessandro Zurro: “Ho notato subito l’entusiasmo nel voler costruire un qualcosa di serio – ha detto Anzalone – e investire nel settore giovanile è la prima base per fare ciò”.

Entusiasmo alle stelle, cori, applausi, sciarpe, striscioni da parte degli Eagles, i tifosi della curva che hanno scelto il novo sodalizio per chi far battere i propri cuori nella prossima stagione. E alla domanda sul perché abbiano salutato il Santa Teresa Volley per transitare all’Amando Volley, il presidente dei supporter organizzati, Agostino Santarelli, non si scompone: “Facciamo parte di questo progetto, lo abbiamo sposato a pieno e sosterremo la squadra come abbiamo sempre fatto, dopo i 16mila km di trasferte dello scorso anno”. Un po’ come se un tifoso milanista divenisse di colpo interista. “Ma non abbiamo nulla contro il Santa Teresa Volley” – precisa Santarelli. Lo sport, in fondo, è un po’ come la politica e i trasformismi non suscitano più scandalo. L’allenatrice Rizzo si è detta felice dell’accoglienza ricevuta dichiarando di aver sposato a pieno i valori della nuova società: “Faremo del nostro meglio, in questo momento non mi piace parlare di obiettivi ma sarà sicuramente un campionato impegnativo perché quest’anno la B2 avrà un livello alto. La prima squadra sarà comunque un volano per tutto il movimento”. Per D’Andrea “l’obiettivo è portare i bambini in palestra e far crescere da subito il settore giovanile”.  

Il sindaco Danilo Lo Giudice, presente insieme all’assessore allo Sport Ernesto Sigillo, ha salutato con favore il varo del nuovo sodalizio sportivo: “Una bella sfida sicuramente, vedo tanto entusiasmo e tanta passione e noi ovviamente faremo la nostra parte come abbiamo sempre fatto. Va ricordato però che a S. Teresa esiste anche un’altra società di B1 con cui dovrete confrontarvi – ha evidenziato il primo cittadino – e a me spetta il ruolo più difficile. Abbiamo un’unica struttura, tra l’altro carente, che va gestita di comune accordo: l’Amministrazione sarà al vostro fianco ma lancio un appello affinché ognuno faccia sì il proprio percorso ma si trovi un punto di incontro per avviare una collaborazione e condivisione. Solo in questo modo possiamo avere una vera crescita sportiva e l’entusiasmo giusto”. Una parentesi che Lo Giudice ha ritenuto doveroso fare in qualità di amministratore “super partes” e nei prossimi giorni i vertici di entrambe le società saranno convocati i municipio per un incontro. La squadra di B2 dell’Amando Volley utilizzerà infatti la palestra di Bucalo per la partite in casa così come la formazione di B1, mentre il settore giovanile si allenerà nella palestra dei licei sul lungomare. Rimane l'incognita pubblico: il tifo organizzato si è spostato da una sponda all'altra e la curva del Santa Teresa Volley rimane al momento sguarnita, mentre i cittadini potrebbero seguire entrambe le realtà godendo di una partita in casa ogni settimana. Lo spettacolo non mancherà di certo. 

Più informazioni: amando volley s. teresa  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.