Mercoledì 18 Ottobre 2017
Mancanza di rispetto verso il sindaco. Si apre la discussione per le nuove nomine


Terremoto nella Giunta di Casalvecchio: Saetti revoca gli assessori Palella e Santoro

di Andrea Rifatto | 06/07/2017 | POLITICA

2027 Lettori unici

Gli ex assessori Palella e Santoro e il sindaco Saetti

Terremoto nell’Amministrazione di Casalvecchio Siculo. Questa mattina il sindaco Marco Saetti ha revocato gli incarichi di assessori a Carmelo Palella, che ricopriva anche la carica di vicesindaco, e Salvatore Santoro. Una decisione che era nell’aria già da diverse settimane e che è stata formalizzata dal primo cittadino con due distinte determine che lasciano la giunta comunale casalvetina priva di due componenti, mentre rimangono regolarmente al loro posto gli assessori Daniele Brancato e Roberta Moschella. Palella e Santoro, nominati nell’esecutivo di Saetti nel giugno 2013, all’indomani della vittoria alle elezioni amministrative, sono stati defenestrati in quanto “le strategie e gli interventi attuati non hanno prodotto significativi risultati e il comportamento tenuto nell’ultimo anno ha determinato il venir meno del rapporto di fiducia in merito all’idoneità dei due assessori a perseguire gli obiettivi amministrativi comuni fissati nel programma di mandato”. Saetti, evidenziando come tali motivazioni legittimino la volontà del sindaco di revocare gli incarichi, ha specificato che comunque l’adozione dei provvedimenti odierni non fa venire meno l’apprezzamento per l’impegno profuso dai due durante il periodo in cui sono stati in carica. A spingere Saetti verso l’esclusione dall’Amministrazione sono stati i movimenti politici che da un anno a questa parte sono stati avviati per le Amministrative del 2018 a Casalvecchio e che vedono Palella, rappresentante del movimento Sicilia Vera di Cateno De Luca, come probabile candidato a sindaco.

“Legittimo fare discorsi elettorali ma non rimanendo all’interno dell’Amministrazione in carica – spiega Saetti – perché è necessario avere innanzitutto rispetto verso il massimo rappresentante del Comune. Per il momento la situazione rimane congelata e si aprirà una discussione in paese da cui emergeranno i nomi dei nuovi assessori”. Una situazione che di fatto apre con largo anticipo la campagna elettorale. Nell’attesa di individuare i due componenti della sua Giunta, Saetti manterrà anche le deleghe dei defenestrati, ossia Bilancio, Finanze, Personale e Viabilità che sono state di Palella e Agricoltura, Foreste, Lavori pubblici, Cimiteri e Beni ambientali detenute fino a oggi da Santoro. 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.