Domenica 19 Agosto 2018
In Consiglio comunale si evidenzia il momento di crisi dell'Amministrazione


Sant'Alessio, maggioranza "ballerina" si divide anche sui Padri dell'Autonomia

di Andrea Rifatto | 27/07/2018 | POLITICA

1183 Lettori unici

Il gruppo di maggioranza

Il momento di “crisi” dell’Amministrazione comunale di Sant’Alessio emerge anche in Consiglio comunale. Nel corso dell’ultima seduta la maggioranza si è mostrata infatti “ballerina” e si è divisa votando in maniera diversa in base agli argomenti in discussione. Tre di questi riguardavano altrettante mozioni di indirizzo presentate dal consigliere di maggioranza Nino Lo Monaco. La prima riguarda l’intitolazione di una piazza, preferibilmente quella esistente in zona Sena, ai Padri dell’autonomia comunale-7 giugno 1948: proposta ritenuta valida anche dal gruppo di minoranza, che ha votato favorevolmente con i tre consiglieri Concetto Fleres, Rosanna Fichera e Giuseppe Bartorilla, mentre in maggioranza si è registrata l’astensione di Alessio Fichera e Giovanni Saccà. La mozione è dunque stata approvata con sette voti (assente alla seduta Virginia Carnabuci). Lo Monaco si è detto amareggiato per le due astensioni, perché arrivate su un argomento che dovrebbe trovare tutto il paese unito. Segnali che all’interno della compagine “Vince S. Alessio” la linea di demarcazione tra le due anime, quella di “ViviAmo Sant’Alessio” che fa capo al vicesindaco Franco Santoro e il resto dei consiglieri, è sempre più netta. In attesa di capire che “forma” prenderà la Giunta dopo le dimissioni di Pina Basile. La seconda mozione riguardava le manifestazioni estive 2018, con la proposta di utilizzare anche la cavea nel torrente Agrò; anche in questo caso è giunto il via libera con una maggioranza trasversale fatta dai tre consiglieri di opposizione e da quattro di maggioranza, ad esclusione di Rosario Trischitta e Alessio Fichera, che si sono astenuti. Sul punto si è deciso di mettere in pratica i suggerimenti di Lo Monaco a partire dal 2019 e di provvedere ad attrezzare quell’area nel corridoio ecologico affinché possa ospitare spettacoli. Bocciata invece la terza mozione sulla viabilità, che impegnava l’Amministrazione comunale all’istituzione della sosta a pagamento sul lungomare e l’introduzione del senso unico sia sul lungomare che sulla Statale: a favore hanno votato Lo Monaco e Alessandra Marisca di maggioranza, Giuseppe Bartorilla e Concetto Fleres di minoranza, mentre si sono astenuti Rosanna Fichera di opposizione e Alessio Fichera, Rosario Trischitta e Giovanni Saccaà in maggioranza; contrario il presidente Domenico Aliberti, che ha proposto l’istituzione dell’isola pedonale sul lungomare e il mantenimento del doppio senso sulla Statale, addirittura restringendo i marciapiedi in alcuni tratti. Il sindaco Foti ha annunciato che dal 2019 si attuerà un piano viabilità che vedrà l’apertura del campo da calcio come parcheggio e l’utilizzo di una navetta in paese.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.