Sabato 26 Maggio 2018
Stop in Consiglio alla proposta dell'Amministrazione per una nuova rete


Sant'Alessio, la maggioranza si divide e boccia la fibra ottica

di Andrea Rifatto | 16/05/2018 | POLITICA

916 Lettori unici

I recenti lavori per la fibra ottica

Maggioranza divisa a Sant’Alessio e non passa in Consiglio comunale la proposta dell’Amministrazione per la realizzazione di una ulteriore fibra ottica. Con quattro voti favorevoli, due contrari e due astenuti l’assemblea ha bocciato la delibera per l’approvazione di una convenzione tra la Regione, il Comune e Infratel Italia per la posa di una rete in fibra ottica destinata alla banda ultra larga internet. La proposta è stata votata dal presidente Domenico Aliberti e dai consiglieri di maggioranza Alessio Fichera, Giovanni Saccà e Alessandra Marisca, mentre si sono astenuti Nino Lo Monaco e Rosario Trischitta e hanno votato contrario Concetto Fleres e Giuseppe Bartorilla per la minoranza. Assenti Virginia Carnabuci in maggioranza e Rosa Anna Fichera per l'opposizione). Il sindaco Giovanni Foti ha spiegato come Infratel, società in house del Ministero dello Sviluppo Economico e oggetto attuatore del Piano nazionale Banda Larga, abbia proposto di passare un’ulteriore linea in fibra ottica, visto che ne è già esistente una posata dalla Telecom, re che sarebbero stati realizzati 400 metri di scavi in minitrincea anziché i 2.000 previsti inizialmente dalla società, in quanto per una parte sarebbe stato utilizzato il cavidotto interrato durante la metanizzazione. Un intervento giudicato non invasivo, a cui avrebbe fato seguito il ripristino dell'asfalto, e per tale motivo condiviso dall’amministrazione, che ha seguito la questione anche tramite l’esperto del sindaco Pina Smiroldo. “Questa convenzione non dà garanzie per il Comune e lasciamo troppo campo libero alla Infratel – hanno però rilevato Trischitta e Lo Monaco – senza contare che le strade sono state asfaltate da poco tempo dopo la rete del metano e andremmo a scavare nuovamente. E poi, ad esempio, non è previsto il rifacimento della segnaletica orizzontale dopo i lavori”. “Sicuramente è importante la fibra – ha aggiunto Fleres – ma la convenzione presenta molte lacune”. Dunque nulla da fare e bocciatura della proposta, che tra l’altro sembrerebbe sia arrivata in Consiglio senza prima essere discussa al’interno della maggioranza. Circostanza che ha non è andata già a qualche consigliere.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.