Mercoledì 13 Dicembre 2017
Quacquaro lascerà il posto a Basile. Giovedì tornerà a riunirsi il Consiglio


Sant'Alessio, assegnate le deleghe agli assessori. Ferlito nominato esperto

di Andrea Rifatto | 03/07/2017 | POLITICA

2050 Lettori unici

Il sindaco Foti e il neo esperto Ferlito

A quindici giorni dalla nomina ufficiale il sindaco  di Sant’Alessio Siculo, Giovanni Foti, ha assegnato le deleghe ai tre assessori che compongono la giunta comunale da lui capeggiata. A Franco Santoro, che aveva già ricevuto l’incarico di vicesindaco, vanno Lavori pubblici, Urbanistica, Territorio, Igiene e Sanità pubblica, Istruzione, Cultura, Bilancio, Tributi, Viabilità, Polizia municipale, Personale, Sport; l’assessore Caterina Quacquaro si occuperà di Servizi sociali, Formazione e Fondi comunitari, mentre a Giuseppe Pasquale sono state assegnate le deleghe a Turismo e Spettacolo, Pari Opportunità, Politiche giovanili, Ambiente e Tutela del Mare. Quacquaro, secondo gli accordi,  lascerà più avanti il posto al consigliere comunale Pina Basile. Il primo cittadino mantiene Sviluppo ed Economia. Completata la formazione del nuovo governo cittadino, sindaco e assessori sono al lavoro per affrontare le questioni più urgenti e programmare le iniziative future. Foti ha nominato anche il primo esperto che lo affiancherà nell’attività amministrativa: si tratta di Natale Ferlito, assessore tra il 1997 e il 2002 con Agatino Gussio sindaco e consigliere di maggioranza nella passata legislatura, che ha ricevuto l’incarico a titolo gratuito per occuparsi di sport e tempo libero: il neo esperto si già sta occupando di organizzare alcune manifestazioni sportive che saranno ospitate nelle prossime settimane nella cittadina del Capo.

Intanto dopo la prima seduta di insediamento, il presidente del Consiglio comunale Domenico Aliberti ha convocato la seconda riunione per giovedì 6 luglio alle ore 19, con all’ordine del giorno la comunicazione della nuova giunta comunale, la nomina della commissione elettorale, la nomina dei componenti del Consiglio dell’Unione dei Comuni Valli Joniche dei Peloritani e l’esame di un atto di indirizzo sulla costituzione del Gruppo di azione costiera Riviera Etnea dei Ciclopi e delle Lave. In quell’occasione si dovrebbero conoscere anche i nomi dei capigruppo consiliari di maggioranza e minoranza.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.