Mercoledì 20 Giugno 2018
La minoranza invia una nota a sindaco, prefetto e Regione e chiede la messa in sicurezza


S. Teresa, "Verifica sismica solo in tre scuole, si intervenga sugli altri edifici"

di Redazione | 02/01/2018 | POLITICA

582 Lettori unici

Il gruppo di minoranza

“La verifica per la valutazione del rischio sismico è stata effettuata solo su tre edifici scolastici, mentre tutti gli altri edifici di pertinenza del Comune, comprese le altre scuole e le palestre comunali, non sono in possesso della verifica della valutazione del rischio sismico. Tutto ciò non è tollerabile e mal si concilia con le dichiarazioni rese a suo tempo dal sindaco circa la sicurezza degli edifici pubblici e chiediamo l’immediato intervento del sindaco, dell’Ufficio tecnico e delle Autorità in indirizzo al fine di adottare tutti i provvedimenti utili e necessari per rendere a norma ed effettivamente sicuri tutti gli edifici comunali”. È quanto scrive il gruppo consiliare di minoranza “Insieme per cambiare” di S. Teresa di Riva in una nota indirizzata al sindaco Danilo Lo Giudice e per conoscenza al prefetto e all’Ufficio Ispettivo e di Coordinamento dell'attività di vigilanza e controllo degli enti locali del Dipartimento regionale delle Autonomie locali in riscontro a quella ricevuta dall’Ufficio tecnico del Comune di S. Teresa il 14-15 dicembre.

“In previsione dell’inizio dell’anno scolastico 2017-2018 è stata presentata da un’interrogazione con la quale si chiedeva al sindaco di sapere se tutti gli edifici scolastici, tutti gli impianti sportivi e tutti gli edifici pubblici di pertinenza del Comune rispettassero la normativa antisismica vigente e se gli stessi garantiscono la sicurezza di tutti gli utenti – ricostruiscono i consiglieri Antonio Scarcella, Carmelo Casablanc, Giuseppe Migliastro e Lucia Sansone – e all’interrogazione, discussa in Consiglio comunale,  il sindaco rispondeva rassicurando tutti e affermando che gli edifici pubblici del Comune di S. Teresa di Riva erano sicuri e a norma. Il 3 ottobre abbiamo chiesto il rilascio di copia della valutazione di vulnerabilità sismica di tutti gli edifici scolastici presenti sul territorio, nonché delle palestre comunali e di ogni altro edificio comunale, in quanto le dichiarazioni del sindaco erano state considerate insufficienti, perché non supportate da documentazione. Non essendo stata evasa la richiesta, abbiamo intimato con diffida ad adempiere al fine del rilascio di detta documentazione – prosegue ‘Insieme per cambiare’ – e il 14 dicembre 2017 l’Ufficio tecnico trasmetteva una nota di riscontro con la quale certificava che la verifica per la valutazione del rischio sismico risultava effettuata solamente con riguardo alla scuola Elementare Centro “F. Muscolino”, scuola elementare Cantidati e scuola Elementare Sparagonà”. Nel documento l’opposizione santa teresina ricorda anche che “purtroppo, nonostante le rassicurazioni del sindaco, il 28 novembre è stato accertato nei locali della Scuola Elementare di Cantidati il crollo di un  controsoffitto, ingenerando preoccupazioni circa l’incolumità pubblica degli alunni, di tutto il personale e degli utenti, così come riportato anche dagli organi di stampa”. 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.