Lunedì 11 Dicembre 2017
Risposta all'interrogazione della minoranza. In futuro verifiche sugli altri edifici


S. Teresa, il sindaco rassicura: "Le scuole sono sicure ma puntiamo a migliorarle"

di Andrea Rifatto | 23/09/2017 | POLITICA

334 Lettori unici

Il sindaco Lo Giudice in Consiglio comunale

“Le nostre scuole sono sicure ma stiamo comunque continuando a lavorare per migliorarle, mentre per il resto degli edifici comunali provvederemo in futuro”. Ha risposto così il sindaco di S. Teresa di Riva, Danilo Lo Giudice, in Consiglio comunale all’interrogazione del gruppo di minoranza “Insieme per cambiare” con la quale è stato chiesto se gli edifici scolastici, gli impianti sportivi e tutti gli edifici di proprietà del Comune rispettino la normativa antisismica e garantiscano la sicurezza degli utenti. Un’interrogazione definita dal primo cittadino “valida e da stimolo su una tematica molto importante”, a cui è stata data risposta con la lettura di una relazione stilata dall’Ufficio tecnico, in cui è stato evidenziato come tutti gli edifici scolastici abbiano le schede di verifica sismica, fondamentali anche per l’ottenimento dei finanziamenti, e che le verifiche sismiche siano state effettuate nel corso degli anni sulla scuola elementare di Bucalo, che è stata oggetto di risanamento strutturale, alla Media, dove sono in corso di completamento i lavori di adeguamento sismico e sui plessi di Cantidati, Barracca e all’asilo nido, edifici interessati da lavori di manutenzione straordinaria. La verifica sismica è stata altresì effettuata nella palestra dei licei, recentemente ristrutturata dal Comune.

Per i plessi di Cantidati e Sparagonà nei giorni scorsi sono state inviate al Ministero della Pubblica Istruzione le schede con i progetti definitivi per accedere a una linea di finanziamento per l’edilizia scolastica, mentre per il Centro il Comune parteciperà a un bando ministeriale con un progetto esecutivo. Il capogruppo di opposizione Antonio Scarcella ha chiesto attenzione anche per gli impianti sportivi frequentati da molti utenti al fine di tranquillizzare la cittadinanza: “Capiamo che sono interventi difficili ma dobbiamo fare uno sforzo per cercare di ridurre i tempi e i margini del pericolo” – ha evidenziato in Aula. “Abbiamo dato proprietà alle scuole e adesso darò mandato all’Ufficio tecnico di verificare gli altri edifici, che comunque sono tutti agibili – ha risposto il sindaco – anche perché i prossimi finanziamenti saranno destinati alla messa in sicurezza sismica di immobili non scolastici”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.